Grecia: attentati di estremisti di sinistra ad Atene e Salonicco

Pubblicato il 16 Novembre 2010 13:58 | Ultimo aggiornamento: 16 Novembre 2010 14:18

Attentati incendiari contro sedi di partito, edifici e veicoli comunali sono avvenuti nelle ultime ore ad Atene e Salonicco. A Salonicco un ordigno è esploso davanti alla sede del partito di centrodestra Nuova Democrazia (ND) provocando la rottura di finestre e danni non gravi all’edificio. Altri attacchi sono avvenuti contro contro un edificio e un camioncino comunale che è rimasto gravemente danneggiato.

Ad Atene nel quartiere di Exarchia sono state bruciate tre automobili. Gli attentati, con ordigni esplosivi di tipo artigianale solitamente usati dagli anarchici, avvengono alla vigilia all’anniversario domani della rivolta del Politecnico che nel 1973 aprì la strada alla caduta dei Colonnelli e che si concluderà con una grande manifestazione.

La polizia ha già posto in atto un vasto dispositivo di sicurezza da ieri, forte di 7000 uomini, in occasione della manifestazione dell’estrema sinistra contro l’austerity. Ma domani l’allarme per le forze dell’ordine passerà da giallo a rosso.

Fonti della polizia hanno detto all’Ansa che si tratta di ”una misura di precauzione” considerato che quest’anno l’anniversario avviene in un momento particolarmente difficile per il paese. Ma non vi sono per il momento informazioni che facciano pensare ad azioni organizzate violente o attentati terroristici.

5 x 1000

[gmap]