Maddie McCann, il dramma dei genitori: “Nessuno fa più donazioni per sostenere le ricerche”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 settembre 2018 21:34 | Ultimo aggiornamento: 24 settembre 2018 21:34
Maddie McCann

Maddie McCann, il dramma dei genitori: “Nessuno fa più donazioni per sostenere le ricerche”

ROMA – I genitori di Maddie McCann non hanno perso la speranza di ritrovare la figlia scomparsa più di undici anni fa in Portogallo. La polizia britannica, in questi lunghi anni, si è sempre occupata del caso, spendendo più di 11 milioni di sterline. E lo scorso febbraio, come riportava il Mirror, Scotland Yard aveva comunicato ai genitori di Maddie McCann che i fondi garantiti sarebbero durato ancora per altre 7 settimane.

Gerry e Kate McCann avevano comunicato di non volersi arrendere, tanto da aver affidato il caso a dei detective privati pur di scoprire la verità. A febbraio i due coniugi avevano affermato di avere a disposizione una cifra pari a 793 mila sterline (pari a 900 mila euro), somma raccolta grazie a sito web a sostegno della causa. Il sito, online dai mesi successivi alla scomparsa di Maddie, nei primi anni aveva raccolto ingenti somme, sia attraverso le donazioni, sia attraverso il merchandising, ma a distanza di sette mesi quel denaro è finito.

E alla scomparsa di Maddie si aggiunge un altro dramma. Senza soldi, le ricerche della bambina, che oggi avrebbe 15 anni, non possono andare avanti. Le donazioni sul sito sono prossime allo zero e, come se non bastasse, Kate e Gerry rischiano anche di dover pagare una cifra intorno ai 500mila euro come risarcimento al capo della polizia portoghese, Goncalo Amaral.

I genitori di Maddie, infatti, lo avevano denunciato per diffamazione dopo che Amaral aveva dichiarato: ”Forse la bimba è morta per una tragedia e stanno nascondendo tutto, raccontando il falso e inventandosi una sparizione”.

Un tribunale, però, aveva dato ragione al capo della polizia e ora, se la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo dovesse respingere il loro ricorso, i genitori di Maddie dovranno pagare il risarcimento. Per le spese processuali la coppia aveva dovuto sborsare 65 mila sterline. I McCann hanno sempre sostenuto di aver lasciato Maddie, assieme ai suoi fratelli gemelli Sean e Amelie, all’interno del loro appartamento nel complesso Ocean Club a Praia Da Luz, in Portogallo, la sera del 3 maggio del 2007.

I coniugi si sono poi recati, secondo i loro racconti, al ristorante per cenare, in compagnia di alcune altre coppie di amici, in un locale ad appena 100 metri dall’appartamento, dopo aver letto una favola per far addormentare i loro figli. Nel corso della serata sono tornati spesso a controllare i bambini verso le 22 però Kate McCann ha scoperto che Maddie non c’era più.