Parrucchiere fa causa a Facebook e vince: risarcimento per 50mila euro

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 ottobre 2018 5:30 | Ultimo aggiornamento: 30 ottobre 2018 20:57
Facebook perde causa contro parrucchiere: dovrà risarcirlo

Parrucchiere fa causa a Facebook e vince: risarcimento per 50mila euro

BERLINO – Una vicenda che ricorda la vittoria di Davide contro Golia: un piccolo parrucchiere di Hannover fa causa al gigante Facebook e trionfa. Il parrucchiere che non ha mai aperto un profilo e ha scoperto che il social network aveva aperto una pagina a sua insaputa e lo obbligava a registrarsi per cancellarla. Gezim Ukshin, proprietario del salone, ha vinto la causa e un risarcimento da 50mila euro.

A riferire la storia è Stefan Sievering sul sito di Bild: Gezim Ukshin, 46 anni, è il proprietario del salone “Sultan” su Kanalstraße. Quando viene avvicinato da “amici” del profilo Facebook del suo negozio, si insospettisce. Non si era mai registrato sul social media. Facebook aveva aperto una pagina su Sultan senza il suo consenso. E non solo: sul profilo appariva anche lo scambio di pubblicità. Gezim Ukshin era indignato:”Non ho bisogno di pubblicità su Internet”. 

L’avvocato difensore Leif Debor ha spiegato: “Facebook crea spesso delle cosiddette “pagine non gestite”. Il mio cliente non ne aveva l’accesso. Ha presentato delle lamentele e ottenuto da Facebook questa risposta: poteva aprire il proprio account sul social e la pagina sarebbe stata eliminata”. 

“Questo è un ricatto”, commenta l’avvocato. Al tribunale distrettuale di Hannover aveva chiesto che fosse eliminata la pagina, cosa che era stata concessa. Ma mesi dopo era ancora online. Hukshin non si è dato per vinto ed è tornato in tribunale, questa volta con conseguenze spiacevoli per Facebook che dovrà pagare 50.000 euro di risarcimento al parrucchiere. In alternativa, il tribunale ha condannato Gareth Lambe, capo del quartier generale del social network in Irlanda a dieci giorni di prigione.