Principe Andrea, una sua mail usata come prova in Tribunale: “Ho delle domande su Virginia Roberts…”

di Caterina Galloni
Pubblicato il 4 Dicembre 2019 6:15 | Ultimo aggiornamento: 3 Dicembre 2019 20:21
Il principe Andrea, Ansa

Il principe Andrea (foto Ansa)

ROMA – Ennesima umiliazione per il principe Andrea: il 3 gennaio 2015, saputo che la sua accusatrice avrebbe dichiarato di essere stata “prestata” al duca York dal suo amico Epstein, il mattino successivo avrebbe mandato una mail a Ghislaine Maxwell, 57 anni, chiedendo:

“Fammi sapere quando possiamo parlare. Ho alcune domande specifiche da porre su Virginia Roberts. Chiamami quando hai un momento”.

L’e-mail è stata inviata alle 5.50, poche ore prima che Roberts apparisse su un sito web americano in cui affermava di essere stata costretta a fare se*so con Andrea tre volte, quando aveva 17 anni.

Andrea era stato avvisato del fatto che Roberts intendeva parlare pubblicamente ai media britannici e statunitensi, spingendo il principe a chiedere aiuto all’amica Maxwell.

Il giorno successivo Buckingham Palace fece una smentita drammatica, e a quel tempo senza precedenti, alle accuse della Roberts nell’edizione del 4 gennaio del Mail on Sunday.

I dettagli della mail, presentata come prova nell’ambito di una causa per diffamazione intentata da Roberts contro Maxwell, sono emersi mentre la BBC su Panorama ha trasmesso un programma di un’ora, “The Prince and the Epstein scandal” che ha aumentato ulteriormente la pressione sul duca di York. La BBC ha scoperto che gli avvocati di cinque vittime di Epstein vogliono che Andrea, 59 anni, fornisca testimonianza in tribunale dopo il suicidio del miliardario in attesa di processo per traffico di minori.

Dopo la catastrofica intervista rilasciata dal principe alla BBC, in cui tra le altre cose ha negato di conoscere la donna e aver avuto rapporti ses*uali, la parola è passata alla Roberts che sulla stessa emittente ha dichiarato:”Lui sa cosa è successo, io pure. E solo uno di noi sta raccontando la verità”. Virginia ha affermato che fu portata prima in un night di Londra, il Tramp, dove il principe le chiese di ballare. “Lui ballava malissimo, non ho mai visto nessuno ballare così male, e sudava tantissimo, le gocce di sudore cadevano come pioggia”.

Secondo il racconto di Roberts, Maxwell le disse di comportarsi con Andrea come si comportava con Epstein, “di fargli le stesse cose”. Era spaventata perché Andrea ed Epstein erano potenti ed ha aggiunto:”Non me l’aspettavo da un reale. Non me l’aspettavo da qualcuno che la gente osserva e ammira nella famiglia reale”. Descrivendo il presunto incontro sessuale, ha ricordato:”Non è durato molto a lungo. Era disgustoso. Non era cattivo, si è alzato, ha detto “grazie” ed è uscito”. Sembra che Maxwell, il giorno successivo le abbia dato una pacca sulla schiena e detto:”L’hai reso davvero felice”. Roberts, nel corso dell’intervista ha spiegato:”Dovevo renderlo felice perché era quello che Jeffrey e Ghislaine si aspettavano da me”, esortando gli inglesi a “stare al mio fianco per aiutarmi a combattere questa battaglia” e “non accettare che sia tutto OK. Questa non è una sordida storia di se*so. Questa è una storia di trafficanti di donne”.

Fonte: Mirror, Daily Mail.