La donna morta dopo il graffio di un gatto. Era stata dimessa 2 volte dal pronto soccorso

di redazione cronaca
Pubblicato il 23 Febbraio 2024 - 20:16
muore graffiata gatto rimini

Foto Ansa

Una signora di 68 anni originaria di Sant’Arcangelo di Romagna è morta per colpa di un’infezione provocata dal graffio di un gatto. La povera donna poteva essere salvata? Forse, sì, considerando che anche la procura di Rimini ha avviato un’indagine, un fascicolo per omicidio colposo da responsabilità medica a carico di ignoti. Infatti, la signora, per ben due volte si era rivolta ai medici. 

Tutto è iniziato con un forte dolore alla spalla. Visitata al pronto soccorso, il medico diagnostica una severa artrosi e la dimette. Dopo due giorni la signora non migliora, anzi si aggrava. Altra visita, stesso responso, con consiglio di prenotare una visita specialistica. Solo il medico di base aveva consigliato il ricovero in ospedale. Fatto sta che il giorno dopo i familiari la trovano riversa sul pavimento, nella sua casa. E’ morta. L’autopsia disposta dal giudice rivela la probabile causa di morte: una infezione batterica concentrata sulla spalla destra. Qualche giorno prima un gatto randagio l’aveva graffiata proprio lì, durante una passeggiata in campagna.