Brenna, Como/ Giulio Consonni e Maria Ponti, marito e moglie, muoiono la stessa sera

Pubblicato il 15 Luglio 2009 11:54 | Ultimo aggiornamento: 15 Luglio 2009 11:54

Il destino ha voluto unire le loro sorti sino alla fine, dopo un’intera vita trascorsa assieme e ha posto fine alla loro esistenza la stessa sera, a pochi minuti di distanza l’uno dall’altro. C’è stupore, cordoglio, ma anche molta tenerezza in paese nel ricordo di Giulio Consonni, 75 anni e della moglie Maria Ponti, di tre anni più giovane, morti sabato sera nella loro abitazione. Prima lei, malata da tempo. Poi il marito, che nella sofferenza non ha mancato di starle vicino, sempre, fino all’ultimo.

I coniugi Consonni vivevano al numero 12 di via Leonardo da Vinci, nel centro del paese di Brenna. Erano quasi le 22 di sabato 11 luglio quando Maria Ponti, affetta da Parkinson, si è sentita male. Il marito, in paese per tutti Giulietto, se n’è accorto subito e ha preso il telefono per chiamare il 118. Nella concitazione del momento, deve aver battuto la testa, involontariamente. Si è ferito, ha rialzato il telefono, e ha chiamato di nuovo il 118, questa volta chiedendo aiuto per se stesso.

Immediatamente è partita una seconda ambulanza della Croce Rossa. E se per la moglie ormai non c’era più niente da fare, per Giulietto Consonni gli operatori sanitari hanno provato un ultimo tentativo, ma è stato vano.