Chiavari, marocchino massacrato: indagati tre italiani: “Raid punitivo”

Pubblicato il 21 agosto 2012 11:57 | Ultimo aggiornamento: 21 agosto 2012 13:05
carabinieri

(Foto Lapresse)

CHIAVARI (GENOVA) – Tre italiani di 26, 52 e 58 anni sono indagati per il tentato omicidio del cittadino marocchino di 34 anni massacrato di botte il 19 agosto a Cicagna, vicino a Chiavari (Genova).

Secondo quanto i tre avrebbero confessato ai carabinieri, avrebbero aggredito l’uomo perché esasperati dai furti subiti. Uno dei tre aveva subito un furto qualche giorno fa.

I tre italiani, un operaio, un muratore e un pensionato, sono tutti incensurati e abitano a Cicagna. Secondo le prime ricostruzioni dei carabinieri i tra avrebbero usato un bastone e un cacciavite per aggredire il marocchino, che si trova tuttora in ospedale a Chiavari in condizioni gravissime. L’uomo ha diverse ferite, contusioni e fratture: un trauma cranico e vari tagli a braccia e gambe, alcuni profondi.

Secondo gli investigatori, scrive Repubbliac, si sarebbe trattato di un vero e proprio “raid punitivo”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other