Coronavirus, morto a Milano Vittorio Gregotti. Architetto di fama internazionale, aveva 92 anni

di redazione Blitz
Pubblicato il 15 Marzo 2020 12:17 | Ultimo aggiornamento: 15 Marzo 2020 12:17
Coronavirus, morto a Milano Vittorio Gregotti. Architetto di fama internazionale, aveva 92 anni

Coronavirus, morto a Milano Vittorio Gregotti. Architetto di fama internazionale, aveva 92 anni (Foto Ansa)

MILANO – Il coronavirus si è portato via anche l’architetto Vittorio Gregotti. Aveva 92 anni ed era ricoverato presso la clinica San Giuseppe di Milano, per le conseguenze di una grave polmonite da Covid-19. Anche la moglie Marina è ricoverata nello stesso ospedale.

A darne notizia è stato su Facebook il presidente della Triennale, Stefano Boeri. Gregotti, grande architetto italiano, era nato a Cameri, in provincia di Novara, il 10 agosto 1927 e si era laureato in architettura nel 1952 al Politecnico di Milano.

E’ stato uno dei padri della moderna architettura italiana. Ha iniziato la sua carriera collaborando con la storica rivista “Casabella”, di cui diventerà direttore a partire dal 1982.

Nel 1974 ha fondato lo studio professionale Gregotti Associati International, che ha progettato opere in oltre venti paesi in Europa, America, Africa, Medio Oriente e Asia.  Tra i suoi tanti progetti portano la sua firma gli stadi di Barcellona e Genova e il Teatro degli Arcimboldi a Milano.

Gregotti ha insegnato in università italiane, europee e statunitensi. Tra le sue opere più recenti: “Una lezione di architettura” (2009), “Tre forme di architettura mancata” (2010), “Architettura e postmetropoli” (2011) e “Il sublime al tempo del contemporaneo” (2013).

Su Facebook il ricordo dell’archistar Stefano Boeri: “Se ne va, in queste ore cupe, un Maestro dell’architettura internazionale; un saggista, critico, docente, editorialista, polemista, uomo delle istituzioni, che, restando sempre e prima di tutto un architetto, ha fatto la storia della nostra cultura. Concependo l’architettura come una prospettiva: sull’intero mondo e sull’intera vita. Che grande tristezza”.

Fonte: Ansa