Federico Leonelli ossessionato dal 24 agosto: anniversario morte compagna

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 agosto 2014 19:20 | Ultimo aggiornamento: 28 agosto 2014 19:20
Federico Leonelli ossessionato dal 24 agosto: anniversario morte compagna

Federico Leonelli (foto Ansa)

ROMA – Federico Leonelli, assassino della colf ucraina, era ossessionato dal 24 agosto. In quella data, due anni fa, aveva perso la compagna di una vita a causa di un ictus. Due anni dopo ha “festeggiato” l’anniversario del tragico evento decapitando la povera Oksana Martseniuk, che lavorava a casa del suo amico Giovanni Ciallella (che lo ospitava).

La morte della sua donna aveva aggravato la sua patologia psichica di lunga data. E l’anno scorso, nel primo anniversario, sempre il 24 agosto aveva avuto una grave crisi a Berlino ed era stato sottoposto a un ricovero coatto. Tutta la vicenda è stata ricostruita dal Tg regionale Rai del Lazio sulla base di informazioni fornite dal legale della famiglia Leonelli.

Il giovane informatico non avrebbe quindi scelto a caso il 24 agosto, domenica scorsa, per uccidere e decapitare la 38enne ucraina nella villa all’Eur, a Roma: in lui sarebbe ancora una volta scattato qualcosa legato al ricordo della perdita della fidanzata.

E chissà che la morte della fidanzata non abbia influito anche sulle altre “manie” di Leonelli, in primis la collezione di coltelli, ma anche la fissazione di voler andare in Israele per arruolarsi come mercenario nella guerra contro Hamas

Le immagini sono sconsigliate ad un pubblico sensibile:

 

Ecco le foto (Ansa) dei sopralluoghi sul luogo del delitto: