L’Aquila, pezzi di calcestruzzo si staccano dal viadotto dell’A24: nessun ferito

di redazione Blitz
Pubblicato il 11 settembre 2018 1:16 | Ultimo aggiornamento: 11 settembre 2018 1:16
L'Aquila, pezzi di calcestruzzo si staccano dal viadotto dell'A24: nessun ferito

L’Aquila, pezzi di calcestruzzo si staccano dal viadotto dell’A24: nessun ferito

L’AQUILA – Alcuni pezzi di calcestruzzo si sono staccati dal Viadotto San Giacomo della A24 Roma-Teramo, nel tratto che attraversa la città dell’Aquila. I pezzi che coprivano il ferro nella parte sottostante il ponte sono finiti in via Gabriele Rossetti, arteria che si trova nel quartiere San Giacomo a l’Aquila, per fortuna senza lasciare feriti. La strada è stata chiusa.

A dare l’allarme sono stati i residenti del quartiere. Sul posto sono accorsi i Vigili del Fuoco che sono entrati in azione con cinque unità e con l’ausilio dell’autoscala rimuovendo per una superficie di 200 metri le parti di copriferro che stavano per cedere. Il tratto autostradale è invece percorribile non essendo stati rilevati danni strutturali sul viadotto. Strada dei Parchi, concessionaria delle autostrade laziali e abruzzesi A24 e A25, intervenuta sul posto insieme a Polizia stradale e Vigili urbani, parla di micro-distacchi e di nessun problema statico del viadotto e annuncia per martedì mattina un intervento di ripristino anche con l’ausilio dei by bridge, cioè i ponteggi sospesi che si sono visti negli interventi di messa in sicurezza nei mesi scorsi.

I Vigili del Fuoco, secondo quanto si è appreso, hanno rilevato un degrado strutturale del calcestruzzo che copre i ferri, tra l’altro ossidati, in atto nella parte sottostante il viadotto e segnalato la situazione alla prefettura e al comune dell’Aquila oltre che a Strada dei Parchi. Per i Vigili del fuoco la concessionaria deve effettuare controlli statici con strumenti ad hoc anche sul viadotto.

Sulle due autostrade è stata effettuata una prima parte della messa in sicurezza con un intervento di anti scalinamento. Sul tavolo il blocco dei fondi da parte del ministero delle Infrastrutture e trasporti con il quale è in atto un contenzioso legale.