Licata, pensionato si butta nel fiume Salso. Suicidio, non morto per maltempo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Ottobre 2019 10:04 | Ultimo aggiornamento: 25 Ottobre 2019 10:17
Licata, un uomo disperso nel fiume Salso. Prima vittima del maltempo in Sicilia?

Allerta maltempo in Sicilia: primo dsperso a Licata (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Non è vittima del maltempo ma si è ucciso, il pensionato di Licata di 81 anni disperso nel fiume Salso. La sua scomparsa dunque non ha nulla a che vedere con l’ondata di maltempo che s’è abbattuta sulla Sicilia. Quando, a mezzanotte circa, la “bomba” d’acqua è arrivata su Licata, l’anziano era già scomparso da un paio d’ore e i familiari lo stavano già cercando. Il corpo non è stato ancora ritrovato. La macchina dell’anziano è stata ritrovata sul ponte Federico II, il luogo da dove il pensionato, che era malato, si sarebbe lanciato nel fiume Salso. Ne sono convinti i carabinieri che, continuano a indagare.

Il fiume Salso, anche dopo la “bomba” d’acqua, non è esondato. L’allarme è scattato quando qualcuno, passando da ponte Federico II, ha visto galleggiare delle ciabatte che erano di proprietà del pensionato, che sono state riconosciute dagli stessi familiari dello scomparso. Al lavoro, già dalla notte scorsa, si sono messi carabinieri, polizia e vigili del fuoco e Protezione civile. All’alba sono arrivati i sommozzatori dei vigili del fuoco di Palermo che, per cercare il cadavere, stanno scandagliando il tratto del fiume Salso: dall’area di ponte Federico II fino alla foce del corso d’acqua.

Maltempo Sicilia: sospesi alcuni treni.

Le Ferrovie dello Stato hanno diffuso una nota con la quale informano che in base al Bollettino meteo diramato dalla Protezione Civile per le abbondanti piogge che stanno interessando la Sicilia, dalle 5.00 di oggi e fino alla normalizzazione delle condizioni meteo, la circolazione ferroviaria sulle linee Lentini-Caltagirone, Siracusa-Modica-Gela-Canicattì, Canicattì-Caltanissetta e Agrigento-Canicattì è sospesa. Inoltre, a causa dei danni dovuti al maltempo, la linea Palermo – Trapani, interrotta dalle 19 di ieri, rimarrà chiusa fino alle 12 di oggi.

E’ stato programmato un servizio sostitutivo con bus nelle stazioni di Agrigento, Castelvetrano, Catania, Messina, Palermo e Siracusa. Il servizio sarà attivato compatibilmente all’evolversi delle condizioni metereologiche. Le squadre di tecnici di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane), composte da oltre 60 addetti, sono al lavoro ininterrottamente da questa notte per presidiare le linee interessate dall’interruzione.

Maltempo: scuole chiuse in mezza Sicilia.

Scuole chiuse in mezza Sicilia: da Catania a Siracusa, da Agrigento a Caltanissetta e Ragusa.

Allerta meteo in Sicilia venerdì 25 ottobre.

La depressione centrata tra Spagna e Algeria, che ha determinato un significativo peggioramento sulle regioni occidentali, tende lentamente a progredire verso sud-est, interessando anche Campania e la Sicilia, con precipitazioni anche persistenti e a carattere temporalesco sull’isola, in estensione alla Calabria nella giornata di venerdì 25 ottobre.

Dalla tarda mattinata di venerdì 25 ottobre, si prevede il persistere delle precipitazioni, a carattere di rovescio o temporale, sulla Sicilia, in successiva estensione alla Calabria. Sui settori centro–orientali della Sicilia la fenomenologia potrà localmente assumere carattere di persistenza. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. Localmente le cumulate di precipitazione potranno risultare abbondanti.

Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di venerdì 25 ottobre, allerta rossa su gran parte della Sicilia. Valutata, inoltre, allerta arancione su ampi settori del Lazio e su parte della Lombardia. Infine, è stata valutata allerta gialla su gran parte di Calabria, Liguria, Piemonte Campania e Umbria, sulle isole della Toscana e sul restante territorio di Sicilia, Lazio e Lombardia. (Fonte AdnKronos e Agi).