Operatrice gli vieta di vedere film per adulti, migrante di 17 anni l’aggredisce

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 gennaio 2017 20:02 | Ultimo aggiornamento: 18 gennaio 2017 20:04
Operatrice gli vieta di vedere film per adulti, migrante di 17 anni l'aggredisce

Operatrice gli vieta di vedere film per adulti, migrante di 17 anni l’aggredisce

CAGLIARI – Una operatrice gli ha vietato di vedere un film per adulti e il migrante, un algerino di 17 anni, l’ha aggredita nella casa alloggio di Carbonia, in provincia di Cagliari, la sera del 17 gennaio. Il ragazzo, che è temporaneamente in una comunità dopo aver commesso un reato a Cagliari, ha anche cercato di obbligare l’operatrice a trasferirlo nel Centro di accoglienza di Assemini. Dopo l’aggressione il giovane migrante è stato trasferito nel carcere minorile di Quartacciu e deve rispondere dell’accusa di tentata estorsione.

Il migrante algerino, sottoposto alla misura cautelare del collocamento in comunità a Carbonia, alle 22 di martedì sera ha avuto una discussione con l’operatrice che lo ha sorpreso a vedere un film a luci rosse.

Dopo la lite verbale il minorenne algerino è passato alle maniere forti: ha aggredito l’operatrice, bloccandola e chiedendole di trasferirlo nel Centro migranti di Assemini, dove si trovavano i suoi connazionali. L’operatrice ha chiamato il 112, restando in collegamento con la centrale operativa fino all’arrivo dei militari di Nuxis e Cortighiana, Il giovane è stato così arrestato dagli agenti, che lo hanno allontanato dalla casa alloggio e accompagnato nel carcere minorile di Quartacciu.