Scuola a rischio chiusura, in prima si iscrivono i nonni

Pubblicato il 1 Marzo 2010 10:29 | Ultimo aggiornamento: 1 Marzo 2010 10:29

Pur di non fare chiudere i battenti alla scuola, si iscrivono pure i nonni. Con undici bambini soltanto la prima classe non si poteva formare così gli over age sono tornati tra i banchi della scuola elementare di Villorba vicino Treviso.

La riforma Gelmini fissa infatti a 15 il numero minimo di scolari per classe e così per salvare la “Matteotti” Carlo Meneghin, 76 anni, e Albina Cenedese, che di anni ne ha 80, si sono iscritti.

Per amore dei nipoti e di tutte quelle famiglie che stanno lottando contro il tempo per raccogliere le ultime, fondamentali domande di iscrizione hanno deciso di rimettersi a studiare. «Da bambino ho frequentato la scuola nelle stalle, dove una signora ci insegnava a leggere e a fare i conti. Poi la guerra, i bombardamenti… – racconta Carlo Meneghin – La mia salvezza è stata quella di emigrare in Australia per 14 anni. Per necessità ho imparato l’inglese».