Viareggio/ Il mare agitato fa naufragare la barca di Ettore Pallotta, trovato senza vita dagli uomini della Guardia costiera

Pubblicato il 18 Luglio 2009 16:45 | Ultimo aggiornamento: 18 Luglio 2009 16:57

Un uomo è morto e altri due sono riusciti a salvarsi dopo il naufragio di una barca a vela avvenuto questa mattina nelle acque di fronte al porto di Viareggio. Ettore Pallotta, 74 anni, residente a Bolzano, era a bordo di una barca a vela proveniente dall’isola di Capraia insieme ad altri due giovani del Trentino Alto Adige quando un’onda ha fatto rovesciare l’imbarcazione sulla quale si trovavano a bordo i tre. I due giovani – A.K., 38 anni, di Ortisei e M.M., 39 anni, di Bolzano – sono riusciti a salire a bordo della scialuppa di salvataggio della barca a vela e sono stati tratti in salvo da una motovedetta della Guardia costiera: entrambi sono in buone condizioni di salute, anche se sono stati trasportati al pronto soccorso dell’ospedale Versilia per accertamenti.

Ettore Pallotta, invece, non ce l’ha fatta. Il suo corpo senza vita è stato ritrovato non distante da dove è avvenuto il naufragio dagli uomini della Capitaneria di Porto di Viareggio ed è stato trasportato direttamente all’obitorio. Sull’episodio sta adesso indagando la Guardia costiera di Viareggio per capire se vi sono state responsabilità sulla sciagura. La causa del naufragio è comunque legata alle condizioni meteo avverse: il mare era infatti molto mosso e sul Tirreno settentrionale spirava un forte vento.