Giappone riavvia i reattori nucleari di Oi contro il blackout estivo

Pubblicato il 8 Giugno 2012 8:36 | Ultimo aggiornamento: 8 Giugno 2012 8:41

TOKYO – Il premier nipponico Yoshihiko Noda terra' la sera dell'8 giugno una conferenza stampa sulla necessita' di far ripartire i reattori numeri 3 e 4 della centrale di Oi, nella prefettura di Fukui, gestita dalla utility Kansai Electric.

Lo anticipano i media giapponesi sulla questione dell'energia nucleare, al centro di un ampio dibattito dopo la grave crisi di Fukushima del 2011, anche se c'e' chiarezza sull'ipotesi di ''un annuncio ufficiale da parte di Noda, gia' questa sera, sulla decisione di far ripartire i reattori''.

Noda, in questo modo, ha risposto all'invito del governatore di Fukui, Issei Nishikawa, di motivare in pubblico l'orientamento dell'esecutivo come condizione per ottenere il suo via libera a una decisione dai contorni impopolari.

L'esecutivo, invece, probabilmente prendera' una decisione finale sulla vicenda dopo un esame tra premier e altri tre ministri chiave, tra cui quello dell'Industria Yukio Edano, che potrebbe tenersi in giornata o, al piu' tardi, agli inizi della prossima settimana.

Attualmente, il Giappone conta nel complesso 50 reattori commerciali potenzialmente operativi, ma tutti fermi a causa dell'accresciuta preoccupazione dell'opinione pubblica sulla sicurezza dopo il grave incidente presso la centrale di Fukushima Dai-ichi, innescato dal sisma/tsunami dell'11 marzo 2011.