Marò, visita dei familiari di Latorre e Girone in carcere a Trivandrum

Pubblicato il 19 Aprile 2012 8:12 | Ultimo aggiornamento: 19 Aprile 2012 8:48

NEW DELHI – I famigliari dei maro’ Massimiliano Latorre e Salvatore Girone sono arrivati nel carcere di Trivandrum dove hanno potuto abbracciare oggi alle 11:15 (le 7:45 italiane) i loro cari in un contesto definito da un testimone oculare come ”molto commovente”.

Assediati da giornalisti  e cameramen i genitori di Girone, insieme a Vania Ardito Girone (moglie di Salvatore) e Maria Ferrara, Franca Latorre e Christian D’Addario, sono entrati nella prigione dove in una sala hanno trovato ad attenderli i due marò.

”Adesso sono insieme, da soli – ha detto all’Ansa l’addetto militare italiano a New Delhi, contrammiraglio Franco Favre – ed ho visto due famiglie bellissine, della terra del sud, forti e positive. Degnissime persone”.

“Tutta l’Italia con noi”. Nel momento di abbracciare i loro cari per la prima volta dopo il loro arresto a meta’ febbraio, i maro’ Massimiliano Latorre e Salvatore Girone hanno dichiarato oggi di avvertire che ”tutta l’Italia e’ con noi”. Sentiamo, hanno aggiunto ”una coesione generale attorno al nostro problema”.    Un responsabile militare che ha assistito all’inizio del commovente incontro ha commentato: ”Sono forti, per indole, carattere; educazione; sentono l’abbraccio dell’Italia”