Nozze gay in Usa, deciderà la Corte Suprema

Pubblicato il 7 Dicembre 2012 22:50 | Ultimo aggiornamento: 7 Dicembre 2012 22:58

Matrimonio gay, negli Usa la parola alla Corte Suprema

NEW YORK – La Corte suprema degli Stati Uniti rompe il silenzio e per la prima volta nella storia decide di intervenire sulla questione delle nozze gay.

In particolare la Corte si pronuncerà sia sul bando dei matrimoni gay in California sia sulla definizione legale di matrimonio contenuta nel Defense of Marriage Act secondo cui le nozze sono solo tra uomo e donna. I giudici supremi hanno in pratica deciso di accogliere due ricorsi. Il primo è quello presentato contro la sentenza di una corte federale d’appello che colpisce la cosiddetta ‘Proposition 8’ il referendum popolare californiano che ha sancito il divieto delle nozze gay dopo un primo via libera.

Il secondo ricorso è quello che riguarda la legge federale (il Defense of Marriage Act): la Corte dovrà decidere se il Congresso può privare in maniera legale le coppie gay sposate dei diritti previsti per le coppie uomo-donna. Questo perché la legge federale al momento limita alcuni benefici in materia di sanità, previdenza e fisco solo alle coppie eterosessuali.   Le audizioni sono previste a partire da marzo, e la sentenza è attesa per giugno.