San Francisco mette al bando le sigarette elettroniche: è la prima città Usa a farlo

di Daniela Lauria
Pubblicato il 26 Giugno 2019 0:10 | Ultimo aggiornamento: 26 Giugno 2019 0:37
San Francisco mette al bando le sigarette elettroniche: è la prima città Usa a farlo

San Francisco mette al bando le sigarette elettroniche: è la prima città Usa a farlo

SAN FRANCISCO – San Francisco mette al bando le sigarette elettroniche: è la prima città americana a farlo. Il divieto, votato dal consiglio comunale, riguarda la vendita di tutti i prodotti per vaporizzare la nicotina sia nei negozi al dettaglio che attraverso gli shop online.

La scelta di mettere fuori legge le sigarette elettroniche è uno schiaffo all’industria delle e-cigarettes a partire dal principale brand, Juul, che ha il suo quartiere generale proprio a San Francisco. Anche perché nessun analogo provvedimento è stato mai varato per le sigarette normali che restano così l’unica alternativa legale in città per i fumatori. Così come la marijuana a scopo ricreativo.

La città degli hippy non è nuova all’adozione di misure proibizioniste nei confronti delle e-cigarettes: a giugno scorso, infatti, era stato imposto il divieto di aggiungere aromi nei liquidi.

5 x 1000

Nello specifico, il provvedimento varato dall’amministrazione cittadina prevederebbe il divieto di vendere prodotti per il consumo di tabacco vaporizzato che non abbiano ottenuto l’ok da parte della Food and Drug Administration. Dal momento che nessun dispositivo è stato ancora testato, e quindi nessun prodotto è approvato dalla FDA, il divieto si traduce in una completa messa al bando delle sigarette elettroniche.

Per l’entrata in vigore dell’ordinanza, prevista entro sette mesi, manca ora solo la firma del sindaco di San Francisco, la democratica London Breed che ha dieci giorni di tempo per rivedere la normativa. Da tempo negli Usa c’è allarme per il boom di sigarette elettroniche, specie tra i giovanissimi. (Fonte: Ansa, Cnn)