Crisi, Bernanke: ”Ripresa Usa entro fine anno, ma sarà fiacca e la disoccupazione salirà ancora”

Pubblicato il 5 maggio 2009 20:11 | Ultimo aggiornamento: 5 maggio 2009 20:12

La ripresa dell’economia Usa inizierà alla fine di quest’anno, anche se il miglioramento sarà fiacco e il tasso di disoccupazione salirà ancora. Lo ha detto il presidente della Federal Reserve, Ben Bernanke nella sua audizione davanti alla commissione Economica bicamerale del Congresso, a quanto riferisce il Wall Street Journal.

«Ci aspettiamo che l’attività economica tocchi il fondo e cominci a riprendersi più tardi nel corso di quest’anno», ha detto Bernanke, secondo il quale la ripresa guadagnerà terreno solo lentamente e resterà per qualche tempo al di sotto del suo potenziale di crescita.

Il numero uno delle Fed avverte anche che la ripresa potrebbe essere frenata da una ricaduta delle tensioni finanziarie. «Le imprese – spiega Bernanke – saranno probabilmente caute sulle assunzioni e questo significa che il tasso di disoccupazione potrebbe restare alto per qualche tempo, anche dopo che l’economia riprenderà a crescere».

Il presidente della Fed si è detto soddisfatto «dei dati emersi dagli stress test» condotti sulle 19 maggiori banche americane. I test «riflettono accuratamente» lo stato di salute delle banche, ha aggiunto Bernanke, augurandosi che gli istituti ai quali sarà richiesto di rafforzare il proprio capitale lo facciano privatamente.