Generali: più assicurazioni e investimenti, meno costi. Il piano di Greco

Pubblicato il 14 Gennaio 2013 15:47 | Ultimo aggiornamento: 14 Gennaio 2013 15:48
Generali: più assicurazioni e investimenti, meno costi. Il piano di Greco

L’amministratore delegato di Generali, Mario Greco (Foto Lapresse)

TRIESTE – Più assicurazioni, taglio dei costi, maggiori investimenti sui mercati dell’Asia e dell’Europa centrale: sono i punti principali del piano triennale delle Generali presentato all’Investor Day di Londra.

Il gruppo di Trieste, da sempre focalizzato sulle assicurazioni, vuole puntare sui rami danni. Tra gli altri obiettivi da raggiungere entro il 2015 c’è il rafforzamento della solidità patrimoniale e della profittabilità e la massimizzazione dei rendimenti sui mercati maturi.

Le previsioni parlano di un utile operativo di 5 miliardi nel 2015, con un Roe operativo al 13% a regime. L’amministratore delegato, Mario Greco, esclude tagli al personale della compagnia e riduzioni del dividendo.

I costi andranno ridotti per 600 milioni. Il flusso di cassa per i prossimi tre anni dovrebbe essere di oltre due miliardi.

Riguardo alla cessione di Bsi e delle attività riassicurative Usa, Greco ha spiegato che “il processo di vendita sta seguendo il percorso atteso, senza rallentamenti. Siamo fiduciosi che troveremo buone soluzioni. Se tuttavia le offerte non fossero attraenti, faremo un passo indietro considerando opzioni alternative”.

L’approccio a lungo termine è di “gestire il business con un capitale e una leva finanziaria adeguati a un rating AA”. “L’obiettivo della strategia che presentiamo oggi, ha detto Greco, è di trasformare Generali in un gruppo globale in grado di competere sui mercati internazionali offrendo ai clienti i migliori prodotti e servizi. Con il nuovo management team internazionale (completato con la nomina di Nikhil Srinivasan e di Carsten Schildknecht, ndr) appena completato realizzeremo una rivoluzione basata su disciplina, semplicità e focus. Abbiamo una chiara strategia e 83mila dipendenti nel mondo impegnati nel realizzarla in modo efficiente”..