La nuova politica economica di Tremonti: “Sostegno alle famiglie e controlli sull’Iva”

Pubblicato il 9 Marzo 2010 14:47 | Ultimo aggiornamento: 9 Marzo 2010 14:47

Nella prospettiva di ripresa economica “saranno assicurate misure di sostegno alle famiglie, necessarie al proseguimento del mantenimento della capacità d’acquisto”. E’ quanto afferma il ministro dell’Economia Giulio Tremonti nella ‘bozza’ di “Atto di indirizzo per il conseguimento degli obiettivi di politica fiscale per gli anni 2010-2012”.

Nell’Atto si evidenzia anche la necessità di sostenere la produttività del lavoro e di avere un “particolare riguardo all’imprenditoria giovanile e femminile”. Saranno inoltre “valutate ulteriori misure” per semplificare gli adempimenti e per assicurare la liquidità alle imprese medie e piccole.

Tra gli obiettivi definiti figura anche la “definizione di specifici piani operativi e di metodologie di prevenzione e contrasto dei fenomeni fraudolenti in materia di Iva nazionale e comunitaria”. Si punta anche ad un “incremento dei controlli” con particolare riferimento ai grandi contribuenti e “all’incremento degli accertamenti con determinazione sintetica del reddito”, il cosiddetto ‘redditometro’.

Rafforzare il contrasto al gioco illecito è un ulteriore obiettivo indicati nell’Atto. Per questo “la trasformazione dell’Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato in Agenzia fiscale contribuirà all’incremento dell’efficacia dell’azione amministrativa – rileva Tremonti – , al rafforzamento dell’azione di contrasto del gioco illecito ed irregolare e al consolidamento delle entrate tributarie”.

Occhio agli italiani residenti all’estero: resta questo uno dei principali filoni della lotta all’evasione. “Le dimensioni internazionali che progressivamente assumono i fenomeni evasivi rendono necessario intensificare l’attività di controllo nei confronti degli italiani residenti stabilmente all’estero”, ha spiegato Tremonti.