Pensioni. Marianna Madia: “Per i Quota 96 non esiste una soluzione unica”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 febbraio 2015 16:21 | Ultimo aggiornamento: 11 febbraio 2015 16:21
Pensioni. Marianna Madia: "Per i Quota 96 non esiste una soluzione unica"

Pensioni. Marianna Madia: “Per i Quota 96 non esiste una soluzione unica”

ROMA – Una soluzione unica non c’è. I “quota 96” ovvero i lavoratori della scuola che sono rimasti “intrappolati” dalla entrata in vigore della riforma Fornero, dovranno aspettare più provvedimenti per vedere risolta la loro situazione. A spiegarlo è il ministro Marianna Madia in un question time alla Camera dei Deputati.

Spiega Madia:

“Sulla questione ‘Quota 96’ per diverse ragioni non si sono verificate le condizioni per un intervento unico”. Sono, aggiunge, il ministro “circa 4mila docenti, dati Inps confermati dal Miur, a cui possiamo sottrarre circa mille insegnati che verranno tutelati dalla sesta salvaguardia”.

5 x 1000

Sempre nel question time Madia ha anche affrontato la questione degli idonei ai concorsi della pubblica amministrazione. Con una risposta “non definitiva. Secondo Madia, infatti, gli idonei P.a

“meritano attenzione soprattutto dopo che leggi e sentenze hanno chiesto di ricorre alle graduatorie prima di nuovi concorsi, ma questa attenzione non si può tradurre come per i vincitori in un diritto, in una certezza. Vogliamo tutelare le loro aspettative ma non a danno dei vincitori”.