Van Gogh, i suoi quadri sbiadiscono: il rosso sta diventando bianco

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Marzo 2015 13:18 | Ultimo aggiornamento: 12 Marzo 2015 13:18

ROMA – Quello che sulla tela in origine era rosso sta diventando lentamente bianco. I quadri di Van Gogh scoloriscono: è l’allarme dei ricercatori belgi, preoccupati dall’inesorabile decadenza delle tele del più famoso pittore olandese moderno. La “colpa” di Van Gogh, a quanto pare, è stata quella di usare un pigmento che perde colore e intensità col passare degli anni.

Ovvero la plumbonacrite, utilizzata in particolare nel dipinto “Covone sotto un cielo luminoso” (del 1889) preso in esame, è rimasta del caratteristico color rosso scuso al centro della macchia mentre è sbiadito ai margini. Nel dipinto questo pigmento è stato utilizzato dal pittore per dipingere delle foglie in uno stagno. Secondo i ricercatori la macchia sbiadisce là dove è meno densa e quindi meno resistente all’aria. La colpa, è la conclusione degli esperti, è il contatto tra questo pigmento e la luce solare.

La scoperta potrebbe aiutare il restauro dei capolavori di Van Gogh restituendo alle opere l’intensità originaria.

 

Van Gogh, i suoi quadri sbiadiscono: il rosso sta diventando bianco

“Covone sotto un cielo luminoso”