Coronavirus blocca Formula 1, rinviato il gran premio d’Australia

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 12 Marzo 2020 19:09 | Ultimo aggiornamento: 12 Marzo 2020 19:09
Coronavirus blocca Formula 1, rinviato il gran premio d'Australia

Coronavirus blocca Formula 1, rinviato il gran premio d’Australia (foto Ansa)

SYDNEY (AUSTRALIA) – Dopo mille polemiche, la FIA ha preso la decisione giusta: il Mondiale di Formula 1 non partirà. Il gran premio d’Australia, primo della stagione, è stato rinviato dopo il contagio di un membro della scuderia McLaren.

In un primo momento, la FIA aveva deciso di disputare la gara regolarmente. Questa sua decisione aveva scatenato l’indignazione di tutto il movimento automobilistico. 

Hamilton, che è il campione del mondo in carica di Formula 1, aveva protestato dicendo: 

“Per me è scioccante il fatto che siamo tutti seduti in questa stanza. La NBA si è fermata, la F1 continua ad andare avanti. Il denaro è re”.

“Sono molto, molto sorpreso dal vederci tutti qui, – ha detto il campione britannico – è bello poter gareggiare, ma per me è scioccante stare qui. Ci sono molti fan in pista già oggi.

Sembra che il resto del mondo stia reagendo, probabilmente un po’ in ritardo, stamattina abbiamo sentito Trump chiudere i confini dall’Europa agli Stati Uniti. La NBA viene sospesa e noi, invece, siamo qui.

Io posso solo invitare tutti a osservare le maggiori precauzioni possibili, cosa che non ho visto fare arrivando in pista: sembrava una giornata normale, spero solo che dopo il weekend non arrivino brutte notizie”.

Così la FIA ha deciso di rinviare il Gran premio d’Australia. Nei prossimi giorni, verranno prese delle decisioni ufficiali anche sui prossimi gran premi.