Formula 1, trionfo Verstappen, flop Ferrari in Ungheria: giù dal podio Leclerc e Sainz Mercedes tornate sul podio

Formula 1, trionfo Verstappen, flop Ferrari in Ungheria: giù dal podio Leclerc e Sainz Mercedes tornate sul podio

di Enrico Pirondini
Pubblicato il 31 Luglio 2022 - 18:08
Formula 1, trionfo Verstappen, flop Ferrari in Ungheria: giù dal podio Leclerc e Sainz Mercedes tornate sul podio

Formula 1, trionfo Verstappen, flop Ferrari in Ungheria: giù dal podio Leclerc e Sainz Mercedes tornate sul podio

Formula 1. Trionfo Verstappen. Rimonta da cineteca. Partito decimo è arrivato primo con ampio margine. In Ungheria ha ipotecato il Mondiale.

Ora il suo vantaggio su Leclerc è di 80 punti. Una voragine. Francamente incolmabile. Anche perché le Ferrari deludono sempre più. Il box continua a sbagliare strategie con entrambi i piloti, visibilmente irritati. Binotto ha riconosciuto  la giornata no dicendo che la Rossa ha inattesi problemi. Tira un’aria pesante in casa Ferrari. Viceversa in casa Mercedes c’è euforia per il secondo podio consecutivo. Occhio : le Frecce d’argento sono tornate.

GRIGLIA DI PARTENZA CON SORPRESE

Prima pole in carriera di Russell, acciuffata alla sua quarta stagione in F1. Pole presa per i capelli dopo un inseguimento di 72 GP. Strappata a Sainz per 44 millesimi con un giro pazzesco (1’17”377). Terzo Leclerc (1’17”567).

Verstappen decimo con guai tecnici (1’18”823); dunque quinta fila accanto alla McLaren di Ricciardo per colpa di una anomalia alle batterie che ho ridotto la potenza della sua Red Bull. Festa grande in casa Mercedes (pole arrivata dopo quasi un anno);  musi lunghi in casa Red Bull per un crack inatteso.

Il messicano Perez non è nemmeno entrato nella Top Ten. Per il resto nessuna rilevante sorpresa. Terza fila con le Alpine di Ocon e Alonso, quarta con Hamilton e  L’Alfa Romeo di Bottas davanti, come detto, a Ricciardo e al Tulipano. Sesta fila con Perez (11) e Zhou (12) davanti a Magnussen (13) e Stroll (14).

Ottava fila appannaggio di Schumacher (15) e Tsunoda (16). Nona tutta per Albon (17) e il veterano Vettel (18), ritiro a fine stagione gioiosamente annunciato in settimana. Hanno chiuso Gasly (19) e Latifi (20).

GARA DI SORPASSI DA URLO. GRANDE RIMONTA DEL TULIPANO

Partenza con brividi, Russell detta il passo. Max Verstappen comincia la sua spettacolare rimonta. Al giro 25 si mette in luce Ricciardo fulminando le Alpine, al giro 29 Verstappen si porta a 5” dalla vetta, al giro 31 staccatona di Leclerc e passa in testa.

Ai -15 Verstappen primo, Russel secondo, Sainz terzo, quarto Hamilton. Leclerc sesto a +6” dal Tulipano scatenato. Finale incandescente.  Le Mercedes sono virtualmente sul podi. A 5 giri dai termine Hamilton brucia il compagno Russell e va  alle spalle del leader olandese. La temuta pioggia non si è vista. Solo impalpabili gocce.

ORDINE DI ARRIVO

Verstappen, secondo Hamilton, terzo Russell. A seguire Sainz (4), Perez (5), Leclerc (6); Norris (7), Alonso (8); Ocon (9); Vettel (10),Stroll (11), Gasly (12).

LA NUOVA CLASSIFICA PILOTI DI FORMULA 1

Verstappen 258; Leclerc 178; Perez 173; Russell 158; Sainz 156; Hamilton 146; Norris 76; Ocon 58; Bottas 46; Alonso 41.

MESSAGGIO A 22 VOCI PER CACCIARE I NUOVI HOOLIGAN-

Stefano Domenicali (Ceo), Mohammed Ben Sulayem ( presidente FIA) e tutti i piloti della F1 hanno realizzato un video messaggio per chiedere rispetto ed arginare i nuovi hooligan che, approfittando dei  Gran premi, calano in massa sugli autodromi e ne combinano di tutti i colori. In testa abusi contro le donne e le minoranze, deliranti lanci verbali sui social, atti di teppismo, sfoggio di violenza, vandalismi, delinquenza.

Il video messaggio è inequivocabile:”Vi chiediamo di unirvi a noi per combattere questo fenomeno, cacciamoli fuori tutti insieme. Basta”.

PROSSIMO APPUNTAMENTO DELLA FORMULA 1

La Formula Uno si concede una pausa. Tornerà il 28 agosto in Belgio (Spa). A seguire i tre appuntamenti di settembre:Olanda (4), Monza (11, Russia (25). Quindi le quattro gare d’ottobre (Singapore, Giappone, USA, Città del  Messico. Gran finale a novembre in Brasile (13) e Abu Dhabi (20).