Taylor Swift, chi è la “mente” delle pubbliche relazioni dietro il suo trionfo mondiale? Profilo di Tree Paine

Taylor Swift, chi è la “mente” delle pubbliche relazioni dietro il trionfo mondiale della diva? Profilo di Tree Paine, sua PR dal 2014

di Maria Vittoria Prest
Pubblicato il 25 Febbraio 2024 - 09:08
Taylor Swift, chi è la “mente” delle pubbliche relazioni dietro il trionfo mondiale della diva? Profilo di Tree Paine, sua PR dal 2014

Taylor Swift, chi è la “mente” delle pubbliche relazioni dietro il trionfo mondiale della diva? Profilo di Tree Paine, sua PR dal 2014

Taylor Swift, chi è la “mente” delle pubbliche relazioni dietro il suo dominio mondiale? Nel 2023, Taylor Swift ha consolidato il suo posto ai vertici della cultura pop contemporanea. Quanto deve questa ascesa a Tree Paine, la misteriosa pr che esercita  uno stretto controllo sulla sua narrativa mediatica? si chiede Frankie De La Cretaz sulle pagine del Daily Beast.

La risposta è lunga e articolata, qui ne offriamo alcuni passaggi.. Tree Paine è stata con Swift per la maggior parte dei momenti di più alto profilo della sua carriera, tra cui Kissgate (ne parleremo più avanti), la faida di Swift con West e Kardashian, e il suo processo per violenza sessuale. E certo, rappresenta senza dubbio la più grande star del mondo, ma Paine è una forza a sé stante.

Ma la cosa affascinante di Swift e Paine è il modo in cui lavorano in tandem. La Swift è conosciuta tra i suoi fan come “una mente geniale”, una reputazione a cui ha strizzato l’occhio con una canzone del suo album Midnights, definendosi “criptica e machiavellica” nei testi. I fan credono che nulla di Swift faccia sia casuale, che le uova di Pasqua che pianta nella sua musica, nei suoi video, nei suoi post e nelle sue interviste siano meticolosamente pianificate con anni di anticipo. Paine ha la reputazione simile di essere calcolatore e di avere il controllo completo sulla narrativa pubblica di Swift.

Il fatto che un PR possa avere un tale impatto dimostra il ruolo unico che Paine svolge nel campo delle PR delle celebrità. Assunta nel 2014, poco prima che Swift pubblicasse 1989 e quando le voci sui suoi fidanzati erano ai massimi storici, la strategia di pubbliche relazioni di Paine ha aiutato Swift a riportare la sua narrativa sulla stampa e reindirizzare l’attenzione del pubblico sulla sua arte.

Con 1989, e con Paine alla regia delle pubbliche relazioni, Swift ha tentato di rivendicare la propria immagine. È stata vista in pubblico quasi esclusivamente con la sua “Girl Squad” di amiche top model e ha scritto una parodia della percezione della sua vita sentimentale con “Blank Space”.

Paine è stata assunta nell’aprile 2014 ed è stato facile inquadrarla come una nuova pubblicista per una nuova fase nella carriera e nella vita di Swift: non solo stava passando alla musica pop dal genere country con l’imminente uscita di 1989, ma si era spostata a New York da Nashville. Paine ha iniziato la sua carriera nel 1995 con un lavoro presso la Interscope Records, lavorando con artisti come Nine Inch Nails e No Doubt. Immediatamente prima di lavorare per Swift, Paine è stato vicepresidente senior della pubblicità presso la Warner Music Nashville, supervisionando il paese e le divisioni cristiane. Ha fondato la sua società di pubbliche relazioni, Premium PR, dopo che Swift l’ha assunta.
Ma Paine ha anche affrontato sfide molto rapidamente nel suo periodo in cui rappresentava Swift. Il 4 dicembre 2014, Swift e l’allora migliore amica Karlie Kloss furono avvistate insieme ad uno spettacolo del 1975 e apparve un video che mostrava le due che si baciavano.
Lo scandalo, che sarebbe diventato noto come “Kissgate”, esplose. Wendy Williams ha fatto un segmento nel suo programma e TMZ ha pubblicato il titolo: “Taylor Swift bacia totalmente Karlie Kloss (forse). La dichiarazione del rappresentante di Swift a Entertainment Tonight sull’intera narrazione? “Merda.”

Paine ha adottato un approccio più diretto anche in altri modi. Dopo che West ha interrotto Swift agli MTV Video Music Awards del 2009 mentre accettava il premio per “Miglior video femminile”, Swift ha resistito a rilasciare grandi dichiarazioni pubbliche, scegliendo di rispondere con la canzone “Innocent” da Speak Now del 2010. Ma nel 2016, quando West pubblicò la canzone “Famous” in cui si prendeva il merito della fama di Swift, “un portavoce di Swift” disse ai media che Swift aveva messo in guardia West “dal pubblicare una canzone con un messaggio misogino così forte”.

Questa idea di Swift come femminista è stata davvero sfruttata sotto la sorveglianza di Paine. Ha vinto una causa per violenza sessuale contro un DJ che l’ha palpeggiata durante un evento, fornendo “testimonianza senza cazzate” sul banco dei testimoni.

E ha creato una narrazione attorno alla vendita dei suoi master a Scooter Braun in cui Swift era ampiamente vista come la vittima di un’industria dominata dagli uomini e, per estensione, le sue ri-registrazioni sono una rivendicazione del suo lavoro e della sua arte – di un lavoro della donna. Attraverso questo obiettivo, le sue uscite “Taylor’s Version” sono state un successo strepitoso, con ciascuno degli album che in qualche modo ha sovraperformato le loro iconiche controparti originali.

Con il progredire della carriera di Swift, la strategia delle pubbliche relazioni si è avvicinata sempre di più al “Dr. No”. “Ha rilasciato meno interviste, parlando alla stampa solo quando necessario per controllare la conversazione”. “Le sue apparizioni pubbliche sono mirate e controllate.” Il recente profilo TIME Person of the Year di Swift ne è l’esempio perfetto: è stata una delle prime interviste di Swift da anni ed è riuscita a dedicare un sacco di parole per dire pochissima sostanza.

I fan di Swift vedono in gran parte Paine in un ruolo protettivo e materno, impedendo costantemente a Swift di dire ciò che sente veramente, o forse tenendo Swift sotto controllo quando potrebbe voler perdere troppo controllo.

“Il compito di Tree Paine è quello di mantenere l’immagine di Taylor Swift riconoscibile da quante più persone possibile”, afferma un esperto del settore.

Ma qual è la verità? Chi è la vera mente dietro Taylor Swift? Swift è la migliore artista al mondo quando si tratta di commercializzare se stessa e di creare narrazioni in cui le persone cadono. Paine è l’unica persona oltre a Swift che può rivendicare qualsiasi tipo di merito per quell’immagine pubblica. Quanto Paine sta conducendo lo spettacolo e quanto sta seguendo l’esempio di Swift? Questa è una domanda a cui forse non saremo mai in grado di rispondere.