Trans Gorio: “A Palazzo Grazioli c’ero. No festini a luci rosse, Berlusconi leggeva poesie”

Pubblicato il 24 Marzo 2010 1:00 | Ultimo aggiornamento: 24 Marzo 2010 14:00

Patrizia D'Addario

La trans barese Manila Gorio, amica della escort Patrizia D’Addario ammette:  “Sì. Sono stata a palazzo Grazioli”.

Intervenendo nel pomeriggio di martedì 23 febbraio alla trasmissione di Radio due ‘Un giorno da pecora’  la Gorio ha precisato: “Ma non erano festini a luci rosse come volevano farmi dire i giornalisti inglesi di un tabloid offrendomi dei soldi. Io so che non sono feste a luci rosse perché il presidente non fa festini ma semplicemente legge delle poesie”.

Ha ventisette anni ed è nata a Bari, alle spalle un passato nelle tv locali e persino un calendario. Adesso  che è rimbalzata nell’inchiesta sulle feste private di Silvio Berlusconi si cerca di capire quale sia stato il suo ruolo, anche se dichiara di conoscere Gianpaolo Tarantini solo di nome.

Manila Gorio, showgirl transessuale, è una delle tante amiche di Patrizia D’Addario, coinvolta anche lei nelle indagini della Guardia di Finanza, che tra le mani stringe una lunga lista di ragazze, che avrebbero partecipato ai famosi incontri del premier sia a Palazzo Grazioli a Roma, sia a Villa Certosa in Sardegna.

Conduttrice de La Masseria, reality andato in onda su Teleregione, una tv locale, Manila Gorio si definisce talent scout sia di Patrizia D’Addario che di Barbara Montereale, quest’ultima una delle concorrenti.

Intervistata da La Gazzetta del Mezzogiorno, Manila dichiara: “A Bari c’era questa organizzazione che faceva la spola: questo si diceva da tanto tempo, si sapeva in giro. Però non sapevo che Patrizia fosse andata lì. Lei è molto brava a nascondere le cose. Patrizia è una che sarebbe capace di fare tutto. Io ritengo che in qualche modo sia vero, perché lei voleva il successo, voleva la popolarità e voleva arrivare alla ribalta. Lei a 40 anni ha provato Uomini e Donne, ha fatto la corteggiatrice per qualche puntata, ha lavorato con noi tra Teleregione e Telenorba. Sono anni che cerca di arrivare al successo nazionale e non l’ha mai avuto. Secondo me, dopo lo scandalo di Noemi Letizia, lei ha detto: vabbè, mi butto. Lei con me faceva spettacoli. Io l’ho sempre piazzata dappertutto. Noi, le sue più strette amiche, siamo sconvolte dalla mossa che ha fatto in questa situazione”.