Grilli: “Nessuna nuova manovra. Né chiederemo a Bce di acquistare i nostri bond”

Pubblicato il 10 settembre 2012 16:23 | Ultimo aggiornamento: 10 settembre 2012 18:26
Vittorio Grilli

Vittorio Grilli (Foto Lapresse)

PARIGI – L’Italia non varerà nuove misure in materia di bilancio (leggasi nessuna nuova manovra) e non chiederà alla Bce di aiutarla attraverso l’acquisto di bond: il ministro dell’Economia, Vittorio Grilli, fuga i dubbi su nuovi possibili interventi per aggiustare il bilancio italiano. Nessuna conseguenza, quindi, dal peggioramento del Pil confermato dai dati Istat.

Secondo il ministro il dato sul Pil nel secondo trimestre 2012, che l’Istat ha rivisto al ribasso, non intaccherà ”il raggiungimento degli obiettivi strutturali” dell’Italia.

Tra le misure escluse dall’agenda di governo c’è anche quella di una tassa patrimoniale come quella imposta dal presidente francese Francois Hollande.

In conferenza stampa a Parigi insieme all’omologo francese Pierre Moscovici, Grilli ha ricordato l’impegno preso da Roma nei confronti dell’Europa per quanto riguarda gli obiettivi di deficit e debito, e ha detto che l’impegno “verrà mantenuto”.

Ricordando la posizione del presidente del Consiglio Mario Monti, Grilli ha ripetuto che ”nell’attuale contesto” l’Italia non ha bisogno di far ricorso all’assistenza della Bce sotto forma di acquisto di bond.

Il ministro dell’Economia ha poi parlato di una “grande convergenza” tra Italia e Francia e di una ”visione identica su tutti i grandi temi” legati alla crisi dell’euro.

Lo scorso 4 settembre il presidente del Consiglio Mario Monti ha incontrato il presidente francese Hollande. Tema principale, ovviamente, anche in quel caso è stata la crisi e le misure di aiuto da parte della Banca centrale europea.