“Lei non sa chi sono io”. Denunciato il segretario di Cosentino: voleva farsi togliere una multa

Pubblicato il 21 luglio 2010 18:51 | Ultimo aggiornamento: 21 luglio 2010 19:08

Evidentemente non è necessario essere “qualcuno” per pronunciare il celebre “Lei non sa chi sono io”. Michele Izzo, segretario particolare dell’ex sottosegretario all’economia e coordinatore del Pdl in Campania Nicola Cosentino, è stato denunciato per aver cercato di farsi cancellare una multa inventando una scusa: Izzo aveva parcheggiato in un posto riservato ai carabinieri a San Felice Circeo (Latina).

Dopo aver ricevuto la contravvenzione da 38 euro, il segretario si è inventato che era l’auto di servizio e che era lì per motivi istituzionali.Ma non si è fermato qui: nel pieno della foga, Izzo ha anche minacciato una interrogazione parlamentare se la multa non fosse stata annullata.

Izzo, segretario di Cosentino, coinvolto nell’inchiesta della cosiddetta P3 e dell’eolico in Sardegna, è stato alla fine denunciato per false dichiarazioni.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other