M5s, Luigi Di Maio non sarà più tesoriere

di redazione Blitz
Pubblicato il 19 Gennaio 2020 9:46 | Ultimo aggiornamento: 19 Gennaio 2020 9:46
M5s, Luigi Di Maio non sarà più tesoriere

Luigi Di Maio (Ansa)

ROMA  –  Luigi Di Maio non sarà più tesoriere del M5s. Quando, il prossimo settembre, il mandato scadrà lui non chiederà un nuovo mandato, spiega il Corriere della Sera. Di Maio ha anche spiegato, rilanciando gli Stati generali M5S di marzo, che “il solo capo politico non ce la può fare” a guidare il Movimento e che la kermesse sarà il luogo “per mettere finalmente in piedi una nuova Carta dei valori e un’organizzazione più efficace”.

E in attesa degli Stati generali continuano le fibrillazioni all’interno del Movimento. Tra lunedì e martedì potrebbero arrivare le espulsioni, “una decina” secondo Di Maio, anche se alcuni parlamentari sarebbero nel frattempo corsi ai ripari per evitare il peggio, e così il numero dei cacciati potrebbe essere inferiore. 

Lunedì 20 gennaio sulla piattaforma Rousseau si voteranno i facilitatori regionali, si sceglieranno i progetti a cui destinare i fondi delle restituzioni e i candidati governatori per le elezioni regionali in Toscana, Puglia e Liguria.

E proprio in Liguria, come nelle Marche, si discute della possibilità di allearsi con il Pd e le liste civiche. In Veneto, invece, il ministro Federico D’Incà ha lanciato la sua proposta all’assemblea: votare su Rousseau, dopo l’esito delle Regionali in Emilia-Romagna, per decidere se dar vita ad un asse con il Pd e le civiche. (Fonte: Corriere della Sera)