M5s, Paola Nugnes espulsa non si dimette: “Sono altri che hanno abiurato”

di Veronica Nicosia
Pubblicato il 28 Giugno 2019 18:39 | Ultimo aggiornamento: 28 Giugno 2019 20:59
Paola Nugnes, M5s annuncia espulsione dal movimento e dal Senato

M5s, Paola Nugnes espulsa: decisione annunciata sul blog e in Senato (Foto ANSA)

ROMA – Paola Nugnes è stata espulsa dal Movimento 5 stelle. La decisione è stata comunicata sia sul blog delle Stelle che al capogruppo M5s in Senato alla Nugnes e alla presidente Anna Maria Casellati. La Nugnes però replica: “Non mi dimetto, sono gli altri che hanno abiurato”.

Nugnes espulsa da M5s

L’espulsione della Nugnes arriva dopo la sua intervista al Manifesto in cui affermava di voler lasciare il movimento per aderire al Gruppo Misto. M5s però non si accontenta e ne chiede le dimissioni per “liberare il posto”.

Nel blog delle Stelle si legge il 28 giugno: “Oggi il capogruppo del MoVimento 5 Stelle Stefano Patuanelli ha comunicato al presidente del Senato e alla diretta interessata l’espulsione di Paola Nugnes dal gruppo parlamentare del M5S al Senato”.

E prosegue: “Nugnes, che ha rilasciato una intervista al quotidiano “il manifesto” in cui affermava il suo intendimento di lasciare il M5S per passare al Gruppo Misto, a nostro avviso dovrebbe dimettersi e liberare il posto. Inoltre ha espresso ripetutamente la volontà di votare contro il provvedimento per tagliare il numero dei parlamentari”.

L’articolo nel blog prosegue: “La decisione è stata presa, sentito il Direttivo, prendendo atto delle sue dichiarazioni e delle reiterate violazioni dello Statuto e del regolamento del gruppo parlamentare poste in essere da Paola Nugnes. Ad esempio il fatto di aver votato in contrasto al gruppo 131 volte, per le quali era aperta da tempo una procedura disciplinare nei suoi confronti. A queste si è aggiunto nella seduta di ieri, il voto contrario alla fiducia al Governo presieduto da un Presidente del Consiglio dei Ministri espressione del MoVimento 5 Stelle, in violazione dell’art. 3 del Codice Etico”.

La senatrice: “Non mi dimetto”

“Se il criterio su cui si basa l’invito alle dimissioni é quello della fedeltà al programma elettorale e ai principi del Movimento, allora non sono io a dovermi dimettere, ma quanti lo hanno dimenticato o abiurato, causando il crollo di consensi”. Così la senatrice Paola Nugnes commenta la notizia dell’espulsione dal Movimento 5 stelle. “Nel gruppo degli indipendenti rappresenterò comunque il MoVimento 5 Stelle del 2009, che una concezione aziendalista vorrebbe rottamare assieme a tanti principi e tanti ideali”.  

“Lasciamo correre il fatto che in base allo Statuto in forza del quale mi hanno espulso – dice ancora Nugnes – dovrebbe essere espulso anche chi è stato la causa principale della perdita di sei milioni di consensi. Io sento di rappresentare idealmente questi elettori e tutti coloro che ancora sono fedeli ai vecchi principi, quelli del Non Statuto del MoVimento del 2009 e degli ideali che hanno dato inizio al MoVimento. Mi possono espellere dal Gruppo, ma nel gruppo degli indipendenti rappresenterò comunque il MoVimento 5 Stelle del 2009, quello che ha elaborato il programma votato nel 2017 dagli iscritti e che una concezione aziendalista vorrebbe rottamare assieme a tanti principi e tanti ideali”.

Il presidente della Camera Fico con la Nugnes

– “Paola Nugnes sarà sempre Movimento perché il Movimento è un sentire e niente può cancellare 12 anni di lavoro, progetti, coraggio vissuti insieme. Dodici anni di strada percorsa fianco a fianco. Se il Movimento è qui oggi lo si deve anche al tassello messo da Paola e non si può far finta di non vederlo”. Così il presidente della Camera Roberto Fico commenta l’espulsione della senatrice 5stelle. (Fonte ANSA e Blog delle Stelle)