Roma tra rifiuti e buche, senatore Gasparri: “Siamo al delirio”

di redazione Blitz
Pubblicato il 13 gennaio 2019 14:25 | Ultimo aggiornamento: 13 gennaio 2019 14:25
Roma tra rifiuti e buche, senatore Gasparri: "Siamo al delirio"

Roma tra rifiuti e buche, senatore Gasparri: “Siamo al delirio”

Roma –  E’ arrivato il primo risarcimento per danni da buca a Roma e il Comune ha tentato di difendersi dicendo che sono gli automobilisti a doverci fare attenzione?

Il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri, riferendosi alla memoria difensiva che era stata depositata in tribunale dal Comune di Roma così commenta:

 “Siamo al delirio. In una nota a propria difesa il Comune di Roma, in una controversia con un cittadino scrive in sostanza che le buche ci sono e che ‘i cittadini hanno l’obbligo di comportarsi diligentemente per evitare danni a se e agli altri’. La Raggi è veramente una persona vergognosa. Invece di amministrare Roma e tutelare i cittadini, manda degli avvocati a difendere il suo fallimento sostenendo che sono i cittadini che devono adeguarsi allo sfascio che ha realizzato. Si vergogni chi ha scritto cose così deliranti”

Il senatore forzista si scaglia contro l’amministrazione capitolina

“Dobbiamo ribellarci alla Raggi che ha riempito Roma di cinghiali e topi, che ha reso le scuole un luogo pericoloso, che fa dilagare la spazzatura e le buche in ogni quartiere. E che oggi dà la colpa ai cittadini. Questo mostro creato da Grillo e dai grillini va cacciato al più presto. La Raggi è una persona indegna e le menzogne che diffonde offendono Roma e i romani. Ribelliamoci”

Il risarcimento di 760 euro a favore dell’automobilista è stato ottenuto dal Codacons per danno da buca e si riferisce a un fatto accaduto il 5 marzo dello scorso anno. Il tentativo di difesa opposto dal Campidoglio e depositato in tribunale nella memoria difensiva , in sintesi e per sommi capi,  che la presenza di “irregolarità”  sul manto stradale è cosa risaputa e che quindi l’automobilista deve fare attenzione per non creare danni a sé o agli altri.

Per tappare le buche  di Roma il Movimento 5 stelle  aveva proposto di impiegare l’Esercito. Il tentativo più recente risale a dicembre, quando i parlamentari del movimento hanno presentato un emendamento in commissione Bilancio al Senato sottolineando l’emergenza in cui versa la Capitale.  

A tal proposito Maurizio Gasparri aveva commentato a dicembre:

“Ancora una volta i grillini non perdono occasione per mortificare le nostre Forze Armate. Dopo aver massacrato il bilancio della Difesa, messo a rischio il futuro di aziende che producono i loro armamenti, averne addirittura oscurato i meriti nel giorno della loro celebrazione con ignobili censure, ora tentano di trasformarli in tappa-buche per conto della Raggi. Attendenti al servizio delle loro vacillanti amministrazioni, invece di adempiere ai loro compiti di sicurezza e di difesa, in un momento delicato come questo. Un’autentica vergogna, l’ennesima da parte di un governo in cui la compagine grillina non ha mai nascosto la propria ostilità verso le donne e agli uomini in divisa. Ma per quanto ci riguarda, questa cosa non passerà mai. Saremo in prima linea e guideremo le rivolte fin dentro le caserme se necessario, per evitare ai nostri ragazzi l’umiliazione di dover riparare i danni che questa amministrazione non riesce a sistemare”.