Todde: “Voto sardo la risposta ai manganelli”. Meloni: “Impareremo dalla sconfitta”

di redazione politica
Pubblicato il 27 Febbraio 2024 - 16:20
alessandra todde manganelli

Alessandra Todde FOTO ANSA

“La Sardegna ha risposto ai manganelli con le matite”. Lo ha detto la neo presidente della Sardegna Alessandra Todde in una conferenza stampa nella quale ha assicurato che la nuova Giunta “sarà di grande competenza”. “Andrò – ha spiegato – anche in Abruzzo a fare campagna elettorale (si vota il 10 marzo ed anche qui è presente una larga coalizione che oltre a Pd e M5s comprende anche Azione e Italia Viva ndr). Pd e M5S sono stati generosi con me e io andrò a fare campagna elettorale per loro. Per riuscire a creare un progetto solido che possa convincere l’elettorato l’alleanza tra pd e M5S è l’unica strada”. La neo-presidente è poi tornata sulla “sua” Sardegna dichiarando che punterà sulla ricerca e che lavorerà molto con i giovani per contrastare la migrazione dall’isola.

Meloni: “Ho telefonato alla Todde. Impareremo da questa sconfitta” 

Giorgia Meloni ha scritto sui social dicendo di aver chiamato la Todde: “Ho telefonato ad Alessandra Todde, eletta Presidente della Regione Sardegna, per porgerle i miei auguri di buon lavoro. Ci tengo a ringraziare Paolo Truzzu e tutta la coalizione del centrodestra, che con le sue liste si conferma la più votata dagli elettori. Le sconfitte sono sempre un dispiacere, ma anche un’opportunità per riflettere e migliorarsi. Impareremo anche da questo”.

E dopo le parole della Meloni è arrivata una nota ufficiale firmata dalla premier ed anche da Salvini e Tajani. Una nota che tende a spegnere le polemiche che sarebbero scoppiate all’interno del centrodestra dopo la sconfitta in Sardegna: “Consegnano una vittoria per meno di 3mila voti alla candidata del centrosinistra Alessandra Todde sul candidato di centrodestra Paolo Truzzu. Siamo rammaricati per il fatto che l’ottimo risultato delle liste della coalizione di centrodestra, che sfiorano il 50% dei voti, non si sia tramutato anche in una vittoria per il candidato presidente. Da queste elezioni, dunque, non emergerebbe in Sardegna un calo di consenso per il centrodestra. Ma rimane una sconfitta sulla quale ragioneremo insieme per valutare i possibili errori commessi. Continueremo a lavorare imparando dalle nostre sconfitte come dalle nostre vittorie”.