Ugo Zampetti, segretario Mattarella senza stipendio perché già pensionato a 300mila€

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 febbraio 2015 15:37 | Ultimo aggiornamento: 18 febbraio 2015 15:37
Ugo Zampetti, segretario Mattarella senza stipendio perché già pensionato a 300mila€

Ugo Zampetti, segretario Mattarella senza stipendio perché già pensionato a 300mila€

ROMA – Ugo Zampetti è il segretario generale, fresco di nomina, del presidente Sergio Mattarella. Segretario senza stipendio non per generosa rinuncia, ma perché già ha una pensione “pubblica” da oltre 300mila euro annui. Da un anno a questa parte infatti c’è una norma che vieta di sommare redditi pubblici per oltre 300mila euro annui.

Non si conosce l’esatta pensione di Zampetti, da gennaio pensionato della Camera. Ma a detta di Sergio Rizzo del Corriere della Sera la sua retribuzione lorda ammontava a 500mila euro, quindi la pensione dovrebbe aggirarsi intorno ai 300mila. Scrive Rizzo:

Si tratta di un’anomalia oggettiva, senza riscontri in nessun altro Paese. Logica vorrebbe che anziché allo stipendio, gli alti burocrati chiamati a ricoprire ruoli così importanti dovessero rinunciare alla pensione per la durata dell’incarico. Cambia poco, si argomenterà: è sempre lo Stato che paga. Cambia invece moltissimo se si crede che le retribuzioni pubbliche, anche quelle più elevate, debbano essere legate al merito. Applicare questa regola a uno stipendio sarebbe possibile; a una pensione, no. Ma prima bisognerebbe far capire a tutti che fra lavorare per il pubblico ed essere pensionati c’è una bella differenza. Tutti: compresi quelli che scrivono le leggi.