Vercelli. Leghista Tiramani fotomontaggio anti sindaca Pd: non votatela, è brutta

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 giugno 2019 10:34 | Ultimo aggiornamento: 4 giugno 2019 13:38
Vercelli: fotomontaggio sessista, il leghista Tiramani offende la sindaca Pd. E tutte le donne

Vercelli: fotomontaggio sessista, il leghista Tiramani offende la sindaca Pd. E tutte le donne

ROMA – A pochi giorni dal ballottaggio per l’elezione del sindaco di Vercelli, è polemica per un fotomontaggio postato su Facebook da Paolo Tiramani, deputato della Lega, che in città sostiene il candidato del centrodestra Andrea Corsaro.

Il parlamentare ha pubblicato due immagini della candidata di centrosinistra, la sindaca uscente Maura Forte: truccata e sorridente, la prima, con la scritta “quello che ti vogliono far credere”, grigia la seconda, bollata come “la verità”.

“Non è questione di estetica – scrive Tiramani nella didascalia -: la sinistra, come le sue bugie, ha le gambe corte”. Quanto basta per scatenare le critiche nei confronti del parlamentare.

5 x 1000

“Vorrei portare la solidarietà mia e di tutto il gruppo per il vile attacco ricevuto da Maura Forte in questi giorni dai suoi avversari al ballottaggio – si legge sulla pagina Facebook del Pd Piemonte -; un attacco sulla persona, che rappresenta con chiarezza l’idea che i leghisti hanno delle donne”.

“Nessun attacco sessista – si difende Tiramani, interpellato dall’ANSA – Ho solo voluto evidenziare con due foto prese dal web che chi riesce ad alterare la propria immagine riesce anche ad alterare i dati ottenuti in cinque anni di amministrazione della città”.

Post rimosso. Andrea Corsaro, candidato sindaco di Vercelli del centrodestra, ha chiesto e ottenuto che il deputato della Lega Paolo Tiramani cancellasse il post su Facebook sulla sindaca uscente e candidata al bis del centrosinistra Maura Forte.

“Sono certo che l’intento di Tiramani non fosse quello di denigrare la persona, come invece sembra essere stato inteso, ma di sottolineare l’aspetto menzognero della campagna elettorale dell’attuale sindaco – sostiene Corsaro -. E ciò anche al fine di cercare di riportare a toni più moderati il dibattito elettorale”. (fonte Ansa)