Iran/ Riformisti denunciano centinaia di cadaveri all’obitorio di Teheran. Governo parla solo di 20 corpi

Pubblicato il 15 Luglio 2009 13:24 | Ultimo aggiornamento: 15 Luglio 2009 13:28

Centinaia di cadaveri nell’obitorio di Teheran. Questa la denuncia dei riformisti iraniani guidati da Mir Hossein Moussavi. Questa volta blog e siti contro il regime del neo presidente rieletto Mahmoud Ahmadinejad smentiscono le cifre del governo che dichiara solo 20 cadaveri. Secondo i riformisti sarebbero centinaia le persone non ancora identificate e brutalmente accatastate una sull’altra.

Il sito web “Musharakat Islami”, organizzazione del fronte riformista parla di informazioni certe riguardanti il dipartimento di Medicina legale. Il sito “Sohamnews” parla invece di 46 persone tutt’ora scomparse da quando sono iniziati i disordini nella capitale.

«È necessario compiere il massimo sforzo per dialogare con Teheran» ha detto Jaap de Hoop Scheffer. Il segretario generale della Nato ha poi aggiunto: «L’alleanza atlantica non ha e non avrà alcun ruolo in merito ai disordini».