Obama e Michelle in vacanza. I repubblicani attaccano: “Troppe ferie in un momento di crisi”

Pubblicato il 26 Agosto 2010 16:37 | Ultimo aggiornamento: 26 Agosto 2010 17:01

Barack Obama è in vacanza a Marthas Vineyard, isola del Massachusetts dallo scorso giovedì per 10 giorni di relax insieme alla famiglia.

Il presidente americano è stato però attaccato dai repubblicani, che lo considerano troppo vacanziero in tempi di crisi.

In un momento in cui il tasso di disoccupazione rimane altissimo e la ripresa dell’economia americana stenta, i repubblicani sperano che quest’accusa abbia una risonanza a livello nazionale. Per guadagnare consensi in vista delle elezioni di metà mandato a novembre sono pronti a dimenticare che Obama ha trascorso molto meno tempo in vacanza rispetto al suo predecessore repubblicano, George W. Bush, dopo un anno e nove mesi dall’insediamento.

Lo storico reporter della Cbs alla Casa Bianca, Mark Knoller, ha infatti tenuto il conto: Obama è stato in vacanza nove volte da quando ha iniziato il suo mandato, per un totale di 48 giorni di libertà. Alcuni di questi viaggi sono durati solo un giorno e poco più, come le vacanze natalizie alle Hawaii. In confronto Bush aveva visitato il suo ranch a Crawford in Texas ben 14 volte, 115 giorni lontano da Washington e dagli impegni presidenziali.

I portavoce della Casa Bianca hanno specificato nei giorni precedenti alla partenza che un presidente di un paese alle prese con difficoltà economiche come lo è l’America in questo periodo non è mai veramente in vacanza. Obama trascorrerà più tempo con la sua famiglia, leggerà più libri invece che comunicati, giocherà a scarabeo e ad altri giochi da tavola, indosserà più t-shirt invece delle camicie, ma non si dimenticherà del suo ruolo nel paese. Obama riceve briefing giornalieri dal consigliere anti-terrorismo, John Brennan, e aggiornamenti costanti sull’economia.

Eccolo mentre si concede qualche stretta di mano: