Marco Travaglio sul Fatto Quotidiano: “Le Marianne”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Marzo 2015 8:16 | Ultimo aggiornamento: 3 Marzo 2015 8:16
Marco Travaglio sul Fatto Quotidiano: "Le Marianne"

Marco Travaglio sul Fatto Quotidiano: “Le Marianne”

ROMA – “Dice la ministra Marianna Madia – scrive Marco Travaglio sul Fatto Quotidiano – che in Italia “c’è un’attenzione morbosa verso le donne e verso noi ministre – me e Maria Elena Boschi – che non c’è verso gli uomini”, a causa del “sessismo latente”. Una cosa brutta, specie alla vigilia dell’ 8 marzo, se fosse vera”.

L’articolo di Marco Travaglio: Di “Maria Elena” sappiamo tutto grazie a lei, che per evitare il gossip si fa intervistare da tutti, anche da Chi: la madonna nel presepe vivente, la solitudine senza un fidanzato, la notte al ministero anziché in discoteca, i 2 chili di troppo, un disastro signora mia. La Madia invece è più riservata: ancora risuona nell’aria la sua intemerata ai giornalisti che la inseguivano all’ultima Leopolda renziana per domandarle dell’attualità politica: “Sapete perché non rispondo alle vostre domande? Perché questo secondo me non è giornalismo di rinnovamento”. Del resto, la sua comunicazione sobria, schiva e di rinnovamento parla per lei. I giornali la scoprono nel 2008, quando a 27 anni si candida la prima volta alla Camera, capolista nel Lazio. Sponsor Veltroni, tutor Bettini. “Sono stata dappertutto, anche a Frosinone! Mi sono persa due volte sul raccordo anulare, ma mi sono divertita molto”. Tipico itinerario di rinnovamento. “Vado a letto presto e mi alzo prestissimo. Mangio di tutto, pure la pajata!”. Dieta di rinnovamento. Nipote di un deputato missino, figlia di un consigliere Pds, già fidanzata di Giulio Napolitano, collaboratrice di Mi-noli a Rai 2 di Letta jr. in Arel, si dipinge “precaria: ho dovuto lasciare l’appartamento a Prati, vivo a Fregene con la mamma, eppure mi dipingono come l’amica dei potenti”. Amicizie di rinnovamento. In tv “mi piace Ferrara e seguo Ballarò”. Tv di rinnovamento. “A De Mita chiederò consigli”. Di rinnovamento. Entra a Montecitorio e annuncia: “Porto in dote la mia straordinaria inesperienza”. Risate di rinnovamento. Alla Camera siede accanto a D’Alema, che la porta nella redazione di Italianieuropei. Intervistata da Radio Luiss, risponde solo a domande di rinnovamento. Jeans o tailleur? “Non posseggo un tailleur. Forse me lo compro col primo stipendio da parlamentare”. Trucco leggero o pesante? “Non mi trucco mai, non sono capace”. Scarpe da ginnastica o tacchi a spillo? “Stivaletti”. Mise di rinnovamento. Politico preferito? “L’intelligenza politica di D’Alema è già storia” (…).