Maria Rosaria Rossi e Berlusconi. Aldo Grasso: “Non c’è badante senza badato”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 settembre 2014 11:45 | Ultimo aggiornamento: 15 settembre 2014 11:53
Maria Rosaria Rossi e Berlusconi. Aldo Grasso: "Non c'è badante senza badato"

Maria Rosaria Rossi

ROMA – Maria Rosaria Rossi è al centro della polemica politica e anche del corsivo di domenica 14 settembre di Aldo Grasso sul Corriere della Sera:

“Mery per gli intimi, Ros per gli amici, Badante per i nemici, ma soprattutto per gli amici-nemici. […] Il collega Raffaele Fitto l’ha affrontata a muso duro:

«La senatrice Rossi non ha titoli né legittimazione per distribuire patenti o decidere chi resta nel partito… Lascia allibiti il fatto che Berlusconi possa consentire alla senatrice Rossi di distribuire, controllare, rilasciare o ritirare patenti sulla legittimità dello stare nel partito, e sulla correttezza o meno delle opinioni e delle tesi politiche altrui».

Ma chi è Mery? Viene da Piedimonte Matese, provincia di Caserta, ha vinto un seggio per Forza Italia in un popoloso quartiere di Roma guadagnandosi l’appellativo di «Madonnina di Cinecittà» per via dei poster che la ritraevano in posa mistica.
È capo dello staff, amministratore unico del partito, ombra dell’ex Cavaliere. Insieme con Francesca Pascale, Giovanni Toti, Deborah Bergamini, Dudù e pochi altri compone quel «cerchio magico» che fa da scudo al Capo, ma che è anche fonte di invidie, critiche, risentimenti da parte di chi, negli anni, ha servito Berlusconi e ora si trova messo da parte.
Il suo compito principale è trovare fondi per le esangui casse di Forza Italia. Giorni fa, a Cernobbio, quei due lumaconi di Toti e Vespa esibivano sul cellulare foto della Ros in bikini.

Lei ha finto di provare sconcerto: «No, vabbè, scusate… ma sul telefonino c’avete le mie foto in bikini? Ma ve prego! Ero nascosta dietro al castello di Santa Severa! Ma io me ne vado… ma guarda questi… Imbarazzante, cancellate subito quelle foto!».
Dopo le ultime uscite, la Badante è vissuta come una «zarina».
Anche Berlusconi è amareggiato per le polemiche che stanno travagliando il partito e rimprovera a Mery di non mordersi la lingua prima di lasciarsi andare a commenti che favoriscono le fratture.

«Badante» è un banale participio presente che deriva da un verbo e si fa sostantivo, al pari di «governante». Nasce da «badare», che nel tardo latino significava «aprir bocca». Facile assegnare il ruolo a una donna, pur sapendo che non c’è badante senza badato (per giunta, sempre più sbadato).