Covid perde forza, il No Vax esce dalla tana: under 40, anziani resistenti, genitori “preoccupati”…

di Lucio Fero
Pubblicato il 1 Giugno 2021 9:01 | Ultimo aggiornamento: 1 Giugno 2021 9:01
Covid perde forza, il No Vax esce dalla tana: under 40, anziani resistenti, genitori "preoccupati"...

Covid perde forza, il No Vax esce dalla tana: under 40, anziani resistenti, genitori “preoccupati”… (Foto d’archivio Ansa)

Covid perde forza e il No Vax in tutte le sue varie forme mette la testa fuori dal sacco. A pandemia imperante le varie, per così dire, ragioni del non volersi vaccinare sono rimaste accucciate. Fare propaganda o professione di fede o semplicemente portate argomenti e comportanti anti vaccino è stato arduo mentre si ammalavano a decine di migliaia e morivano a centinaia al giorno.

Ma ora le varie famiglie di opinione in cui si articola il sentire No Vax mostrano il coraggio di chi sfida un avversario che si crede ormai al tappeto. 

Covid e No Vax: il mio vaccino sei tu

E’ una frase che si comincia a sentire con non poca frequenza, è la frase, irritante oltre che ignorante, di chi dice: visto che si sono vaccinati gli altri e visto che Covid cala, perché vaccinarmi anch’io? Nella frase il dna culturale ideologico e sociale dell’evasore fiscale e del “furbetto” di ogni situazione e dimensione.

E’ questa una forma blanda di No Vax, ad alta capacità di diffusione. Punta sulla fine dell’epidemia a spese altrui e gratis per se stesso, quindi risulta affascinante per non pochi che su questo paradigma conducono la loro vita sociale.

I vecchi vaccinati, ai giovani a che serve?

La nozione, sociale e politica, oltre che etica ed economica, che la vaccinazione sia fatto e scelta collettiva o non è non ce la fa a raggiungere la minima consapevolezza di cittadinanza di non pochi. E’ questa un’altra variante del pensare No Vax, poggia sul pensare per sé e solo per se stessi.

Non ha fondamenti né ragioni scientifiche: se in una popolazione gli under 40 restano in gran maggioranza non vaccinati l’agente patogeno, il virus resta vivo e in condizioni di evolvere e diffondersi.

Anziani, il milione, forse più, che fa muro

Almeno un milione di anziani fanno resistenza, anzi muro al vaccinarsi. Al netto di coloro che per isolamento geografico o culturale in impossibilità di prenotarsi, resta almeno un milione di anziani, soprattutto al Sud, che rifiuta di vaccinarsi per convinzione-superstizione anti vaccini.

Vaccinare gli adolescenti, il risveglio del No Vax

Ma è sul vaccinare gli adolescenti che il No Vax sta conoscendo e mostrando grande risveglio. Il No Vax indossa i panni del genitore preoccupato. Preoccupato e intento ad evitare alla prole…Evitare cosa, una puntura? Il No Vax vestito da genitore si vede dal fatto che interpreta il vaccino ai figli come una servitù inutile.

Lo stesso genitore che senza problemi somministra alla prole farmaci per ogni indisposizione e circostanza di fronte al vaccino esita, anzi chiede: a che serve se i ragazzi il Covid lo prendono leggero? E’ la forma, la variante del genitore quella più presentabile del No Vax che è in noi, un noi inteso come società e cultura.

Società e cultura che avendo non solo mai coltivato scienza e conoscenza e avendo invece nutrito e allevato pensiero magico in varie forme (politica, economia, vita privata, salute, felicità…) non possono non aver in pancia e in testa uno, dieci, cento modi di No vax.