Ann Mitchell, morta la matematica che aiutò a decifrare Enigma nella seconda guerra mondiale

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Maggio 2020 15:55 | Ultimo aggiornamento: 19 Maggio 2020 15:56
Ann Mitchell morta di coronavirus la matematica che decifrò Enigma

Ann Mitchell morta di coronavirus la matematica che decifrò Enigma (Foto archivio ANSA)

ROMA – Ann Mitchell, la matematica che aiutò a decifrare il codice segreto Enigma dei tedeschi durante la seconda guerra mondiale, è morta per coronavirus a 97 anni a Edimburgo.

Fino agli anni Settanta, nessuno sapeva del ruolo importante che Ann ha svolto per aiutare gli alleati durante la guerra.

Nemmeno il marito ne era a conoscenza, dato che nel 1943 aveva firmato un Atto ufficiale di segretezza.

Laureata in matematica a Oxford, la Mitchell ha fatto parte della squadra che aveva il compito di decifrare i messaggi in codice dell’aeronautica e dell’esercito tedesco a Bletchley Park.

Solo nel 2008 il suo ruolo è stato svelato.

In quell’occasione, le venne assegnato una medaglia, “piccola ma significativa”, da parte dei servizi segreti.

Tessa Dunlop, autrice del libro “The Bletchley Girls”, che più volte l’ha intervistata, ha detto: “Il suo era un talento raro”.

Ann Mitchell in particolare prese parte al progetto nell’ultima fase del conflitto.

James Turing, pronipote di Alan Turing, ha sottolineato che la bravura della Mitchell aiutò a superare il pregiudizio nei confronti del genere femminile tipico di quei tempi.

Infatti, nel 1940 fu una delle cinque donne accettate alla facoltà di matematica all’Università di Oxford. 

Il figlio Andy, che ha 61 anni, la ricorda come una madre brillante e affettuosa. (Fonti: Il fatto quotidiano, Corriere della Sera)