Flop tecnologici del 2013: da Facebook Home al Blackberry 10

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 dicembre 2013 12:19 | Ultimo aggiornamento: 30 dicembre 2013 12:20
flop tecnologici 2013

I flop tecnologici del 2013

ROMA – Il 2013 giunge al termine. E’ stato un grande anno per l’industria tecnologica, ma non per tutti, visto che alcuni prodotti non erano a misura di utente. Ecco i prodotti, secondo Abc News, che quest’anno hanno centrato l’obiettivo di fallire miseramente.

1. FACEBOOK HOME – Ad aprile, dopo mesi di indiscrezioni, Facebook ha finalmente rilasciato il Facebook Phone, che non è un telefono vero e proprio, ma un’App per Adnroid che mette il social network al centro del sistema operativo. L’App non ha assultamente colpito nel segno e anzi ha raccolto molte recensioni negative, sia da parte di utenti, sia da parte di esperti.

2. SAMSUNG GALAXY GEAR – Samsung ha presentato il suo smartwartch Galaxy Gear nel mese di settembre, ma non ci voleva molto a prevedere che sarebbe stato un flop, visto il suo supporto limitato unicamente al Galaxy Note 3 e alla vita della batteria dura un solo giorno. Inoltre è sovradimensionato e non esistono praticamente recensioni positive.

3. BLACKBERRY 10 E Z10 – Il 2013 doveva essere l’anno che segnava il grande ritorno del Blackberry. Entrambi i modelli, sia il 10 che lo Z10 avevano un’interfaccia touch e molte più applicazioni rispetto ad un tempo, ma non è riuscito a rivaleggiare con Android. Il 2013 è stato un anno terribile per la sopcietà che ha avuto circa 1 miliardo di perdite e ha licenziat circa il 40% dei suoi impiegati

4. TWITTER MUSIC – Vi ricordate di Twitter Music? Probabilmente no. Anche se Twitter ha promosso l’app con artisti di successo, tra i quali Jason Mraz e Ne, è stata un vero fallimento e Twitter sta pensando di eliminarla. Nonostante questo piccolo passo falsi il 2013 è stato un anno molto buono per Twitter.

5. MICROSOFT SURFACE RT – Tecnicamente il Surface Rt è stato rilasciato nel 2012, ma Microsoft l’ha tenuto in ibernazione fino al 2013. L’RT era il primo tentativo della Microsoft di entrare nel mercato del tablet, ma era troppo pesante, non faceva girare i programmi vecchi, mentre il Surface Pro avevaq risolto il problema, ma era pesante e la batteria non durava più di due ore.