Germania, il primo treno al mondo a idrogeno: zero emissioni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 settembre 2018 13:43 | Ultimo aggiornamento: 19 settembre 2018 13:43
Germania, il primo treno al mondo a idrogeno: zero emissioni

Germania, il primo treno al mondo a idrogeno: zero emissioni

ROMA – Sui binari tedeschi ha fatto il suo esordio il primo treno al mondo alimentato a celle a combustibili a idrogeno. Il treno, prodotto da Alstom, si chiama “Coradia iLint” ed è completamente privo di emissioni, raggiunge i 140 chilometri orari e da ieri è entrato in servizio ufficialmente sulle linee ferroviarie della Bassa Sassonia. Due nuovi treni copriranno i 100 chilometri sulla tratta Cuxhaven, Bremerhaven, Bremervörde e Buxtehude, rimpiazzando parte della precedente flotta diesel.

Con un solo rifornimento i convogli potranno viaggiare tutto il giorno, grazie ad un’autonomia di 1.000 chilometri. Dal 2021, Alstom fornirà le ferrovie locali di altri 14 esemplari. Per il presidente del gruppo Henri Poupart-Lafarge, si tratta di una vera e propria “rivoluzione per la società e per il futuro della mobilità”.

Composto da due vagoni, ognuno di questi piccoli treni regionali può trasportare 300 persone, di cui 150 sedute. L’idrogeno alimenta tutte le esigenze energetiche: inclusi raffrescamento estivo e riscaldamento invernale. Prodotto per elettrolisi dell’acqua utilizzando la corrente elettrica prelevata dalla rete elettrica della Bassa Sassonia (da solo, il Land ospita 7.800 MW di potenza eolica), l’idrogeno viene convertito reagendo con l’ossigeno dell’aria in elettricità ed acqua all’interno delle celle a combustibile a bordo dei due vagoni del treno.

Nel complesso, il motore elettrico a bordo di ognuno dei due vagoni è alimentato con 200 kW di potenza provenienti dalle celle a combustibile e altri 225 kW dalle batterie agli ioni di litio. Compresso a 350 bar, l’idrogeno è contenuto in modo sicuro in 24 bombole installate sul tetto dei due vagoni. In tutto, due set di bombole da 94 kg. Dal punto di vista energetico, i 188 kg di idrogeno equivalgono a circa 624 litri di gasolio: ma adesso l’unica emissione di questi treni capaci di raggiungere i 140 km/h nel più totale silenzio è il vapore acqueo che al passaggio dei convogli purifica l’aria.