Elisir di lunga vita ricreato in laboratorio su una ricetta del XIX secolo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Giugno 2014 8:00 | Ultimo aggiornamento: 19 Giugno 2014 8:05
Archeologi ricreano in laboratorio l' "Elisir di lunga vita"

Aloe

NEW YORK – Archeologi ricreano in laboratorio l’ “Elisir di lunga vita” utilizzando una ricetta del XIX secolo, secondo quanto riportato dal DailyMail. Si tratta di un infuso di alcol e erbe medicinali, all’epoca considerato una “cura miracolosa”. La boccetta, vecchia di 150 anni, è stata ritrovata insieme ad altre centinaia di bottigliette sotto un cantiere edile di Chinatown (New York).

Per ricreare la pozione sarebbero necessari: 13 grammi di aloe, 2,3 di rabarbaro, genziana, curcuma bianca, zafferano spagnolo, più 114 ml di acqua e 240 ml di alcol (vodka, gin). Bisogna prima spremere il liquido dai aloe, schiacciare il rabarbaro, la genziana e lo zafferano insieme, mescolandoli al primo.

Poi bisogna lasciare il composto riposare per tre giorni, agitandolo di tanto in tanto. Prima di essere servito è necessario filtrarlo. Il team di archeologi che ha esaminato la bevanda, ha scoperto che era composta da ingredienti ancora in uso e questo è il motivo per cui ne ha diffuso la ricetta.

Questo tipo di intrugli miracolosi erano piuttosto comuni nel 19° secolo e sono stati spesso trovati nei vecchi bar. “Molto prima che si è formata la FDA [Food and Drug Administration], medici e farmacisti del tardo 19° secolo avevano inventato una serie di intrugli interessanti per il trattamento di disturbi comuni”, spiegano gli esperti. “Imbottigliati nel vetro, avevano nomi quasi comici e venivano venduti nelle farmacie di quartiere”.