Tumori. Università di Siena cede il brevetto a società australiana

Pubblicato il 11 Gennaio 2012 14:18 | Ultimo aggiornamento: 11 Gennaio 2012 15:19

SIENA – La ricerca dell'Universita' di Siena arriva in Australia: e' stato ceduto alla societa' Vegenics PTY LTD il brevetto che copre i diritti di sfruttamento di un importante fattore di crescita dei vasi sanguigni e linfatici coinvolto nel meccanismo di proliferazione tumorale, sviluppato dal dipartimento di Biotecnologie dell'Ateneo senese.

''La scoperta frutto del lavoro del nostro gruppo di ricerca – spiega il professor Salvatore Oliviero – e' un fattore che induce la proliferazione e la riorganizzazione delle cellule dei vasi sanguigni per la formazione di nuovi vasi sanguigni e linfatici. La sua deregolazione nei tumori favorisce la formazione di metastasi per via linfatica. La cessione del brevetto e' per noi un ottimo risultato perche' ne consentira' lo sviluppo e l'applicazione nella sperimentazione di farmaci antitumorali, oltre a portare importanti introiti all'Universita' che potranno essere investiti nel potenziamento della ricerca''.

La trattativa con la multinazionale australiana per la cessione del brevetto e' stata portata avanti dalla Fondazione Toscana Life Sciences, che ha svolto un importante ruolo di mediazione per consentire la chiusura positiva dell'accordo. Tls, di cui l'Universita' di Siena e' uno dei soci fondatori, ha operato in stretta collaborazione con il Liaison Office di Ateneo per valorizzare al meglio i risultati dell'attivita' di ricerca svolta.