I codici sconto stanno sostenendo il commercio elettronico in Italia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Novembre 2020 8:03 | Ultimo aggiornamento: 3 Novembre 2020 14:07
I codici sconto stanno sostenendo il commercio elettronico in Italia

I codici sconto stanno sostenendo il commercio elettronico in Italia

I consumatori italiani non sono più spaventati dallo shopping su Internet come avveniva fino a qualche tempo fa, ma – al contrario – si sono abituati a fare acquisti nei negozi online.

Una spinta decisiva da questo punto di vista è stata offerta dai codici sconto, che garantiscono un risparmio – di entità variabile a seconda dei coupon e dei negozi – sulla spesa complessiva. Una dimostrazione evidente proviene dalle statistiche di Google, Yahoo e Bing, i motori di ricerca più utilizzati nel nostro Paese, che testimoniano un incremento del 35% della tendenza in atto in riferimento al numero di utenti che digitano le query “codice promozionale” o “codice sconto” per le proprie ricerche sul web.

La situazione dell’Italia nel contesto europeo

I dati relativi al commercio elettronico in Italia sono stati presi in esame dalla società Promocodex International Srl, che fornisce statistiche sull’e-commerce ed è specializzata in e-couponing. Ebbene, l’analisi di questa azienda mette in evidenza che i coupon sconto sono un forte stimolo per lo shopping su Internet nel nostro Paese. Se si amplia lo sguardo a una prospettiva europea, si scopre che l’Italia è in quarta posizione nella graduatoria del volume di affari a livello continentale, superata solo dalla Francia, dalla Germania e dal Regno Unito; una statistica che, va detto, ha tenuto conto unicamente degli Stati dell’Eurozona ma non della Federazione Russa.

Conosciamo più da vicino i codici sconto

Per scoprire tutti i vantaggi offerti dai coupon promozionali vale la pena di navigare sul portale https://www.codicisconto.com, vale a dire uno dei siti più affidabili in cui sia possibile trovare codici sconto per un gran numero di e-commerce e per le più diverse categorie merceologiche. Questi codici si presentano come stringhe di cifre e lettere, vale a dire voucher in formato elettronico che gli store online forniscono agli utenti della Rete. La tendenza dei voucher ha preso il via pochi anni fa negli Stati Uniti, e in seguito la moda si è estesa anche oltre i confini americani, arrivando in Europa e quindi in Italia. Così, ci è voluto davvero poco perché i consumatori del Belpaese si abituassero a mettersi in cerca dei codici disponibili per i negozi online.

Che cosa cambia tra un coupon di carta e uno elettronico

Al di là della tangibilità di uno e dell’intangibilità dell’altro, la principale differenza tra un coupon di carta e uno elettronico sta nel fatto che il primo deve essere validato da una persona fisica, mentre il secondo si può impiegare direttamente, inserendolo nel carrello del sito. Questo vuol dire che la riduzione di prezzo viene calcolata in automatico, e una volta che lo sconto è stato applicato si può procedere con il pagamento scegliendo il metodo che si preferisce: carta di credito, Paypal, e così via.

Quanti codici sconto esistono

È molto ampio e variegato l’assortimento di codici promozionali tra cui è possibile scegliere: uno dei più apprezzati e utilizzati, per esempio, è il buono per la spedizione gratuita, grazie a cui non si devono pagare le spese di consegna, che è diffuso soprattutto negli store virtuali generici. Altrettanto comune è il coupon che garantisce uno sconto in percentuale, la cui entità può essere più o meno elevata a seconda delle circostanze. E, ancora, non vanno dimenticati gli sconti ad hoc correlato allo svolgimento di una particolare azione da parte dell’utente: tipicamente è l’iscrizione a una newsletter.

Perché i coupon sono così apprezzati

È chiaro che l’apprezzamento dei codici sconto viaggia di pari passo e in parallelo con il successo del commercio elettronico, le cui ragioni sono molteplici e non affondano le radici solo nel desiderio di risparmiare. C’è da tenere conto, infatti, anche della comodità delle spedizioni, che costituisce un incentivo non da poco. In più, la consapevolezza di poter avvalersi dei codici promozionali, e quindi di usufruire di un certo risparmio, ha un influsso positivo sulla psicologia del cliente, che ogni volta che utilizza un voucher si sente appagato e gratificato per aver ottenuto uno sconto. Un risparmio ancora più elevato si può ottenere se si utilizzano i servizi di comparazione dei prezzi, che permettono di capire in quale e-commerce un certo prodotto costa meno.

Differenze geografiche nell’uso dei codici sconto

Colpisce notare che la diffusione dei codici sconto non è omogenea a livello europeo: per esempio, nei Paesi dell’Est Europa e in quelli dell’Europa centrale i coupon vengono utilizzati molto meno rispetto a ciò che avviene nei mercati dei Paesi del Nord quali la Svezia, i Paesi Bassi, la Gran Bretagna e la Norvegia. È facile intuire che, anche in questo caso, c’è una stretta correlazione tra il ricorso ai voucher e la diffusione dell’abitudine di fare shopping online: una tendenza che è condizionata anche dalla scelta del metodo di pagamento (contrassegno o carta di credito).