Cori razzisti, Balotelli calcia pallone in tribuna e minaccia di lasciare il campo VIDEO

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 3 Novembre 2019 17:25 | Ultimo aggiornamento: 4 Novembre 2019 8:23
Balotelli Verona Brescia video YouTube calcia pallone tribuna minaccia andarsene

Balotelli ha calciato il pallone in tribuna dopo essere stato vittima di cori razzisti (da YouTube)

VERONA – Mario Balotelli come Zoro in un Messina-Inter del 2005. Il calciatore del Brescia ha deciso di interrompere la sua azione al 54′ di Verona-Brescia, ha preso il pallone con le mani e ha calciato verso la tribuna in risposta ai tifosi locali che lo stavano offendendo da inizio partita con dei cori razzisti. Come avvenne nel 2005 con Zoro, anche Balotelli alla fine ha deciso di rimanere in campo. Zoro venne convinto dall’intervento di Adriano, Balotelli è stato convinto dall’intervento congiunto dei calciatori di Verona e Brescia.

  • LEGGI ANCHE, QUI: C’è chi dice no, Juric attacca Balotelli: “Cori razzisti? Ma non diciamo ca..ate…”.
Balotelli Verona Brescia Ansa

La protesta di Mario Balotelli contro i cori razzisti nel corso di Verona-Brescia (foto Ansa)

Parliamo di due episodi praticamente identici avvenuti a ben quattordici anni di distanza, nel frattempo non è cambiato nulla. Queste brevi sospensioni delle partite, non risolvono la piaga del razzismo negli stadi. Questo gridare “Al lupo! Al lupo!” non rende credibile il calcio italiano. Gli arbitri sospendono le gare per pochi minuti minacciando l’interruzione definitiva delle stesse ma non ci crede più nessuno. Servono provvedimenti drastici e regole certe per risolvere davvero il problema. 

Anche perché Balotelli è solamente l’ultimo di una lunghissima lista ad aver denunciato offese razziste nei suoi confronti. Senza andare troppo indietro nel tempo, quest’anno hanno avuto problemi con il razzismo ben quattro calciatori: Romelu Lukaku dell’Inter, Juan Jesus della Roma, Karamoh del Parma, Duncan del Sassuolo ed appunto Mario Balotelli del Brescia. 

Lukaku è stato il primo ad uscire allo scoperto quest’anno. Il nuovo centravanti dell’Inter ha chiesto il pronto intervento della Federazione dopo aver subito dei buu razzisti al momento del rigore decisivo a Cagliari. Poi è stata la volta di Juan Jesus e di Karamoh, due calciatori che hanno ricevuto insulti razzisti su Instagram.

Nel caso di Jesus, la Roma è venuta in soccorso del calciatore denunciato il tifoso razzista alla polizia postale e daspandolo a vita. Pochi turni fa, la partita tra Fiorentina e Sassuolo è stata sospesa momentaneamente per dei cori razzisti nei confronti di Duncan. La Fiorentina è intervenuta nella questione dissociandosi dai suoi tifosi razzisti. 

Oggi Balotelli ha scelto il campo per protestare. Il suo gesto servirà a cambiare la situazione? Sarebbe ora…

Il video da YouTube con gli ululati razzisti nei confronti di Balotelli durante Verona-Brescia. 

Il video da YouTube con la reazione furiosa di Balotelli ai cori razzisti nel corso di Verona-Brescia.

Non solo Balotelli, il video da YouTube con i casi di razzismo più eclatanti negli stadi italiani.