Calcio scommesse. 3 anni a Sbaffo, Cossato e Ferrari: le richieste di Palazzi

Pubblicato il 1 Giugno 2012 13:17 | Ultimo aggiornamento: 1 Giugno 2012 13:17

ROMA  – Il procuratore federale Stefano Palazzi, nell’ambito del processo sul Calcio scommesse, ha chiesto alla Commissione Disciplinare le squalifiche per 39 tesserati:

Andrea Alberti 3 anni e 6 mesi, Mirko Bellodi 3 anni; Davide Careni 3 anni e 6 mesi, Mario Cassano 5 anni piu’ preclusione, Edoardo Catinali 3 anni e 9 mesi, Roberto Colacone 4 anni, Luigi Consonni 1 anno per omessa denuncia, Alberto Comazzi 4 anni, Achille Coser 3 anni, Federico Cossato 3 anni e 6 mesi, Filippo Cristante 3 anni, Franco De Falco (dirigente) 4 anni e 6 mesi,

Nicola Ferrari 3 anni, Riccardo Fissore 3 anni e 9 mesi, Luca Fiuzzi 4 anni, Alberto Maria Fontana 3 anni e 6 mesi, Ruben Garlini (tecnico) 3 anni, Andrea Iaconi (dirigente) 4 anni e 6 mesi, Vincenzo Iacopino 3 anni e 6 mesi, Vincenzo Italiano 3 anni,

Thomas Herve’ Job 4 anni e 6 mesi, Giuseppe Magalini (dirigente) 4 anni, Salvatore Mastronunzio 4 anni e 6 mesi, Maurizio Nassi 4 anni, Gianluca Nicco 3 anni, Marco Paoloni 6 mesi in continuazione,

Cesare Gianfranco Rickler Del Mare 3 anni 6 mesi, Gianni Rosati (collaboratore societa’) 4 anni, Nicola Santoni (tecnico) 5 anni piu’ preclusione in continuazione, Vincenzo Santoruvo 3 anni, Maurizio Sarri (tecnico) 1 anno, Luigi Sartor 5 anni piu’ preclusione, Alessandro Sbaffo 3 anni e 3 mesi, Mattia Serafini 3 anni e 6 mesi, Rijat Shala 3 anni e 6 mesi,

Mirko Stefani 4 anni, Daniele Vantaggiato 3 anni, Nicola Ventola 3 anni e 6 mesi, Alessandro Zamperini in continuazione 5 anni piu’ preclusione.