Germania/ Proteste e minaccie dalla Turchia: “L’inno dello Shalke 04 insulta Maometto, cancellate la parte incriminata”

Pubblicato il 3 Agosto 2009 17:50 | Ultimo aggiornamento: 3 Agosto 2009 18:10

hans_joachim_dohmL’inno della squadra tedesca dello Shalke 04 scritto nel 1924 contiene, a detta dei giornali turchi, una frase che insulta il profeta Maometto. I giornali della Mezzaluna subito hanno bollato l’inno della squadra che è stato scritto nel lontano 1924, come un grave «insulto al profeta Maometto». Il quoidiano tedesco “Sueddeutsche Zeitung”, con un articolo in prima pagina racconta che lo Schalke è stato preso d’assalto da una valanga di mail e lettere di protesta, molte delle quali con vere e proprie minacce: «Cancellate la parte incriminata, altrimenti dovrete subirne le conseguenze».

L’inno “Azzurro e bianco, quanto ti amo!” è quello preferito dai tifosi; viene infatti intonato prima dell’inizio di ogni partita. Ebbene quest’inno nella terza strofa contiene un passaggio riguardante il profeta:«Maometto era un profeta che non capiva nulla di calcio. Di tutti i bei colori esistenti, ha dimenticato l’azzurro e il bianco». È evidente il riferimento al fatto che il colore dell’Islam è il verde: questa che assomiglia più ad una battuta che ad una minaccia o a un’offesa, è stata presa molto sul serio sia dai tifosi musulmani della squadra tedesca, sia dai dirigenti che stanno studiando il da farsi, anche attraverso la consultazione di esperti di islam.

Il presidente dello Schalke Hans-Joachim Dohm,ha tuttavia aggiunto che cancellazione della strofa incriminata «potrebbe produrre controreazioni emozionali molto forti».