Mondiale volley femminile, l’Italia batte anche il Belgio 3-1, tre partite, tre vittorie

Mondiale volley femminile, l’Italia batte anche il Belgio 3-1, tre partite, tre vittorie ma quella col Belgio è stata una gara sofferta, per cuori forti

di Enrico Pirondini
Pubblicato il 27 Settembre 2022 - 20:33 OLTRE 6 MESI FA
Mondiale volley femminile, l’Italia batte anche il Belgio 3-1,

Mondiale volley femminile, l’Italia batte anche il Belgio 3-1,

Mondiale volley femminile, l’Italia batte anche il Belgio 3-1, partita sofferta. Tre partite, tre vittorie.

L’Italia soffre più del dovuto, non molla, sfodera un carattere di acciaio e firma un successo alla distanza con rimonte epocali. Quasi impossibili.

GARA PER CUORI FORTI

Primo set. Partenza come al solito sofferto, Belgio in vantaggio con muri e schiacciate (9-6). Poi il momentaneo pareggio (14-14).  Soffre il muro azzurro. Ancora errori. Si resta sotto (23-19). Finale amaro. Il muro belga regge le bordate azzurre che perdono (25-21). Secondo set: la sofferenza ha lasciato un brutto segno. È 4-4.

Poi un muro di Sylla avvia una timida reazione. Ma Bosetti e Egonu sciupano. Ciononostante l’Italia va in vantaggio (11-10). Dura poco. Contro sorpasso belga. L’Italia recupera e rimonta .Per poco però (17-17).Nel finale di set le azzurre trovano il ritmo e il muro. Egonu però clamorosamente fallisce tre set point. Thrilling, tensioni, cuore in gola. Guizzo azzurro. Finisce 30-28 per l’Italia. Sospirone. Un’ora di gioco è andata.

TERZO SET SEMPRE IN SALITA

Partenza difficile, Belgio subito avanti (12-8).  Chirichella in luce a non basta. Ottimo il muro belga. Splendide e precise le schiacciate che portano un eloquente 20-15. Errori anche arbitrali. Errori al servizio delle azzurre. Ancora un finale thrilling. Si va al 24 pari, poi 25-25, 27-27, 28-27.

Verdetto conclusivo di una rimonta epocale:  29-27.
Quarto set, finalmente una partenza buona, 8-2 per l’Italia. Crepe belghe. Si va ad un punteggio rassicurante: 16-6. Poi 17-7, 19-8, 20-8, 22-8, 23-8, 24-8.   Verdetto finale: 25-9. 

IL C.T. DEL VOLLEY DAVIDE MAZZANTI

La tranquillità del c.t. manifestata nel match di lunedì col Portorico (3-0) è rassicurante. Strada facendo sarà fondamentale perché l’Italvolley sa subendo pressioni fortissime e c’è bisogno di una guida serena, sincera, equlibrata.

Dopo la sfida (sofferta e anche un po’ fortunata) ha candidamente ammesso: ”Sì, abbiamo fatto fatica. Ma siamo anche stati capaci di rientrare nel gioco di squadra, a ritrovare le intese la capacita di leggere le situazioni. Siamo stati bravi a recuperare”.

CALENDARIO DEL VOLLEY MONDIALE

Ancora due gare per completare la prima fase a gironi (23 settembre -2 ottobre): Italia-Kenya (giovedì 29, ore 18)e Olanda-Italia  (domenica 2 ottobre, ore 16). Tutte le partite si svolgeranno nel freddo e chiassoso campo di Arnhem, città olandese del Basso Reno. La fase 2 – 16 squadre, due gironi –  sui campi di Rotterdam e Lodz (Polonia).

Quindi i quarti (11), le semifinali (12-13), finali (15). Questa corsa iridata è una maratona fatta di almeno 9 partite prima di cominciare a giocarsi davvero la zona medaglie. Quindi lo staff azzurro sta lavorando molto sulla preparazione fisica. E si vede.